Grande successo per la Beta di Ghost Recon Wildlands: più di 6,8 milioni di giocatori

Più del 60% degli utenti ha giocato in modalità cooperativa

Grande successo per la Beta di Ghost Recon Wildlands: più di 6,8 milioni di giocatori

NOTIZIE VIDEOGAMES – Ubisoft annuncia che più di 6.8 milioni di giocatori hanno partecipato alle fasi Beta di Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands, compresa quella che si è conclusa lo scorso 27 febbraio, infrangendo il record delle fasi beta più giocate nella storia di Ubisoft. Sono stati giocati più di 2 miliardi di minuti e più del 60% degli utenti hanno affrontato le missioni con la propria squadra in modalità cooperativa, scoprendo la bellezza mortale delle Wildlands prima dell’uscita ufficiale del gioco su console e PC, prevista per il 7 marzo 2017.

Sia la Closed Beta che la Open Beta hanno permesso ai giocatori di iniziare lo scontro contro il cartello di Santa Blanca esplorando due provincie tra le 21 presenti nel più grande open world mai creato da Ubisoft per un gioco action-adventure. Queste due provincie offrono esperienze diverse: Itacua è una provincia fiorente e montuosa ed è quella iniziale del gioco, mentre Montuyoc, situata su un altopiano innevato, è molto più impegnativa. I giocatori hanno potuto segnalare al team di sviluppo le proprie opinioni in modo da migliorare l’esperienza di gioco al momento dell’uscita di Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands.

Come ringraziamento ai fan, tutti i giocatori che hanno partecipato al test tecnico, alla Closed Beta o alla Open Beta (e giocheranno entro il 31 marzo usando lo stesso account Ubisoft) riceveranno la ricompensa Unidad Conspiracy, che include tre missioni esclusive ambientate nella regione di Media Luna, una delle roccaforti dell’Unidad, e sarà disponibile per il download dopo l’uscita del gioco.

Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands sarà disponibile dal 7 marzo 2017 su console e PC.

Webmaster secoli fa di AniGames.it e PlayNow.it, ora Founder di Videogiocare.it. Appassionato di tecnologia in generale e videogiochi in particolare, inizia il cammino di gamer con una introvabile Irradio TVG 888, per poi innamorarsi completamente del Commodore 64. Il resto è storia.
Il suo motto è: “Questo è un problema per il Fabio del futuro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi richiesti sono segnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Lost Password