Horizon Zero Dawn – Recensione

PS4
Acquista su Amazon

E’ fin dalle sue prime apparizioni che Horizon Zero Dawn ha destato l’interesse di stampa e pubblico. Del resto i talentuosi ragazzi di Guerrilla Games ci hanno abituato ad ottimi titoli su PlayStation (tutta la serie Killzone è opera loro), ed anche noi quando abbiamo avuto modo di vederlo in azione a Milan Games Week eravamo rimasti davvero impressionati dalla qualità (soprattutto grafica) del titolo. Ora che abbiamo finalmente messo le mani sulla versione finale del gioco, ed abbiamo avuto modo di giocarlo a fondo, possiamo finalmente darvi la nostra opinione definitiva. Pronti?

E adesso siediti su quella seggiola

Uno dei timori che serpeggiava tra gli utenti (e un pò, lo ammettiamo, anche in redazione) era: ma un gioco così bello a vedersi avrà anche una buona sostanza? Avrà anche un gameplay vario e divertente ed una trama appassionante, o sarà un gioco “bello senza anima“?

Per fortuna, fin dalle prime battute di gioco, i dubbi spariscono. Horizon: Zero Dawn si rivela subito come un gioco profondo, dalla trama complessa ed affascinante, con delle decisioni da prendere durante lo svolgersi della storia principale ed un gameplay che richiede tattica e riflessione, pronto a punirvi qualora decidiate di lanciarvi nei combattimenti alla cieca e senza una giusta strategia.

Il futuro distopico in cui si svolge Horizon Zero Dawn sarà capace di incuriosirvi ed appassionarvi fin da subito. Perchè siamo dei reietti? Che è successo al mondo? Perchè ci sono queste macchine animali a dominare il mondo? Tutte queste domande, ovviamente, nel corso del gioco avranno una risposta, e senza spoiler possiamo dirvi che è una trama di primissimo livello. Da questo punto di vista i ragazzi di Guerrilla Games hanno svolto un lavoro davvero eccellente, concentrandosi molto sulla storia e regalando ai giocatori un titolo tanto appassionante quanto ricco di colpi di scena

Un piccolo appunto che però ci sentiamo di fare all’opera targata Guerrilla Games è che le scelte, per quanto divertenti, cambiano la storia principale davvero pochissimo. Non abbiamo infatti ravvisato modifiche sostanziali alla trama in base alle decisioni che abbiamo preso, nonostante rimanga ovviamente divertente sul momento vedere le differenti reazioni dei personaggi del gioco. Altro piccolo appunto che dobbiamo fare ad Horizon Zero Dawn è che la recitazione di alcuni personaggi, specie se secondari, risulta davvero poco riuscita, se non a tratti ridicola. Questo fortunatamente non riguarda tanto i protagonisti principali (Aloy per esempio, è doppiata ottimamente in italiano) quanto alcuni personaggi che incontreremo nelle missioni secondarie.

Chi è il gioco più bello del reame?

Da un punto di vista squisitamente tecnico, Horizon Zero Dawn è quanto di meglio si sia visto su PlayStation 4 (e, ancora di più, su PlayStation 4 Pro). Il titolo di Guerrila Games riesce a surclassare graficamente qualsiasi gioco abbiate visto su console Sony, compreso il bellissimo Uncharted 4. Ci sono dei momenti in cui rimarrete davvero senza fiato per alcuni paesaggi e giochi di luce che il gioco saprà regalarvi, facendovi concedere più di una pausa dall’azione solo per ammirarli come meritano.

Riguardo il gameplay vero e proprio infine, non possiamo che lodare l’ottimo lavoro nel ricreare al meglio il sistema di caccia delle macchine, un vero punto di forza del gioco e che richiedere una buona dose di tattica e pianificazione. Peccato solo che praticamente tutto sia basato sull’utilizzo dell’arco, mentre il combattimento corpo a corpo risulta davvero mal gestito, complice anche l’assenza di un sistema di lock sul nemico che renderà davvero difficile e a tratti frustrante centrare l’avversario. Buona invece la durata, con la sola campagna principale che dura tra le 15 e le 20 ore. Ci sono ovviamente le side quest ad allungare ulteriormente il gioco, ma a dire il vero non rappresentano un numero davvero rilevante.

Non perfetto, ma davvero bello

Horizon: Zero Dawn è un titolo che nonostante alcuni difetti di base, come le scelte morali quasi inutili ai fini della trama di gioco o un sistema di combattimento lacunoso negli scontri corpo a corpo, riesce comunque ad impressionare il videogiocatore grazie ad una trama davvero appassionante ed ad un comparto tecnico che rappresenta probabilmente il punto più alto mai visto su PlayStation 4, almeno fino ad oggi. Un gioco che ci sentiamo assolutamente di consigliare, nonostante presenti ancora margini di miglioramento. Davvero un buon inizio per i ragazzi di Guerrilla Games, neofiti ma ottimi debuttanti nel mondo degli Action RPG Open World.

Pro

  • Graficamente senza rivali
  • Trama appassionante
  • Combattimento con l'arco appagante

Contro

  • Scontri corpo a corpo scomodi ed imprecisi
  • Scelte senza reali conseguenze
  • Recitazione dei personaggi secondari scadente
8.8

Bello

Webmaster secoli fa di AniGames.it e PlayNow.it, ora Founder di Videogiocare.it. Appassionato di tecnologia in generale e videogiochi in particolare, inizia il cammino di gamer con una introvabile Irradio TVG 888, per poi innamorarsi completamente del Commodore 64. Il resto è storia. Il suo motto è: "Questo è un problema per il Fabio del futuro".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi richiesti sono segnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Lost Password