Mac Book Pro Retina – Recensione

HARDWARE
Acquista su Amazon

L’ETERNA LOTTA TRA APPLE E PC

Il Macbook Pro è un computer portatile Macintosh introdotto nel gennaio 2006 dalla Apple Inc., arrivato alla terza generazione (la versione retina). Sostituendo il PowerBook G4,il Macbook Pro è stato il secondo modello, dopo l’iMac, ad essere annunciato all’interno della transizione Apple-Intel. È il modello di fascia alta della Macbook-family, dedicato dunque all’utente professionale, ed è attualmente prodotto in versioni da 13″ e 15”.

Il Mac è sempre vissuto come antagonista per antonomasia dei PC.
Anche per questo, gli utenti Mac si scontrano quasi quotidianamente con gli utenti PC in merito ad usabilità, stabilità del sistema e, più in generale, validità del prodotto. Così, mentre gli utenti Mac generalmente portano avanti motivazioni di superiorità principalmente legate al sistema operativo più stabile e immunità (cosa che poi in realtà non è) ai virus, gli utenti PC contrappongono la maggiore libertà offerta dai sistemi operativi microsoft, il costo più basso, la maggiore libertà nell’assemblaggio dei componenti e, soprattutto, il gaming.
Ma è vero che con un Mac non si può giocare? Assolutamente no.

Screenshot_1

Si, si può giocare anche con un Mac!

La stragrande maggioranza dei giochi vengono sviluppati in versione PC, mentre le versioni Mac sono in numero decisamente minore. C’è però da dire che per Mac esiste Bootcamp, sviluppata direttamente da Apple e quindi supportata al meglio, permettendo di installare Windows con il supporto di driver realizzati da Apple stessa per sfruttare al meglio l’hardware Mac. Infatti, rispetto ai software di terze parti che esistono per Windows per la creazione di macchine virtuali (Virtualbox, VMWare, etc.) Bootcamp è integrato direttamente nel OS del vostro Macbook Pro (attualmente El Capitan) ed è semplicissimo da gestire.

Questo sicuramente migliora enormemente la possibilità gaming del vostro Macbook, perchè in teoria amplifica enormemente il vostro parco giochi portando su Mac tutti i titoli PC. Ma i giochi girano esattamente come su PC? Per rispondere a questa domanda è necessario fare una piccola considerazione tecnica: l’ultimo Macbook è estremamente avanzato e potente. L’ultimo gioiello di casa Apple monta (noi abbiamo provato una versione di mezzo, ma esistono versioni ancora migliori ) un Intel Core i5 dual-core a 2,7GHz, 8GB di memoria LPDDR3 a 1866MHz, Unità flash PCIe da 256GB1 e, come scheda video, una Intel Iris Graphics 6100.
Tutta questa potenza si tramuta in un’ottima esperienza gaming sia direttamente su Mac che, sorprentendemente, anche su Windows tramite Bootcamp. Addirittura, siamo riusciti a giocare piuttosto bene installando anche giochi su un hardisk esterno usb 3.0, qualora vi spaventi il poco spazio che c’è sull’unità flash.

BSIgp3

Certo, scordatevi di giocare in maniera fluida a dettagli alti o ultra ai giochi di ultimissima generazione (ad esempio Call of Duty Black Ops 3), ma i giochi di 1-2 anni fa (noi ad esempio abbiamo provato Bioshock Infinte, 2013, e The Sims 4, 2014, ovviamente le versioni PC) girano piuttosto bene.
La situazione poi migliora ulteriormente per quanto riguarda la versione nativa per Mac. In questo caso, dato che poi le configurazioni Mac non sono numerose come quelle PC, le ottimizzazioni delle software house giocano un ruolo determinante ed ecco che giochi come Bioshock Infinte stesso (stavolta versione Mac) o Lara Croft (sempre 2013) girano ancora meglio.

Insomma, il Macbook Pro è un ottima macchina anche per giocare.
Certo, non è un top di gamma per il gaming (del resto le macchine Mac non mirano mai a questo) ma si rivela perfettamente adatto allo scopo qualora decidiate, tra una sessione lavorativa e l’altra, di lanciare un bel gioco… magari non troppo recente.

Pro

  • Bootcamp permette di usare facilmente Windows e tutti i suoi giochi
  • I giochi Mac girano molto bene
  • Il potente hardware Mac si fa sentire

Contro

  • Il gaming scalda e fa partire le (rumorose) ventole
  • I giochi troppo recenti non permettono dettagli alti o ultra
8.8

Bello

Webmaster secoli fa di AniGames.it e PlayNow.it, ora fondatore di Videogiocare.it. Appassionato di tecnologia in generale e videogiochi in particolare, inizia il cammino di gamer con una introvabile Irradio TVG 888, per poi innamorarsi completamente del Commodore 64. Il resto è storia. Il suo motto è: "Questo è un problema per il Fabio del futuro".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi richiesti sono segnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Lost Password