Mass Effect: Andromeda – Recensione

PC PS4 XBOX ONE

Quando c’è in ballo il brand di Mass Effect, inutile nasconderlo, l’attesa raggiunge vette altissime. Bioware è sinonimo ormai da tanti anni di RPG di qualità, caratterizzati da una storia appassionante e scelte difficili da prendere durante il gioco. Personalmente il primo titolo del genere che ho giocato, targato Bioware, è stato Star Wars: Knight of The Old Republic (per tutti ormai semplicemente KOTOR), e da allora ho sempre seguito la software house americana in ogni suo nuovo titolo, compresa ovviamente la serie Mass Effect. Conclusa la trilogia che vedeva protagonista l’ormai celebre comandante Shepard, EA e Bioware hanno deciso di lanciarsi in questo nuovo reboot della saga, con protagonisti completamente nuovi, dal titolo Mass Effect Andromeda. Scopriamo insieme come è andata.

Non guardarmi così

Il lancio di Mass Effect Andromeda non è andato benissimo, questo è ormai risaputo. Il gioco infatti è stato accompagnato da moltissime critiche, in particolare riguardo alcuni bug e, specialmente, per le pessime animazioni del viso e degli occhi durante i dialoghi, che sfigurano persino in confronto a Mass Effect 3, titolo ormai lontano ben 6 anni (che, effettivamente, in ambito videoludico sono un’eternita).

Le polemiche, lo ammettiamo anche noi, non sono completamente infondate. Il problema è effettivamente presente, ma è ormai in parte risolto da i tanti aggiornamenti che Electonic Arts e Bioware hanno rilasciato per il gioco (che, al momento in cui scriviamo, è arrivato alla versione 1.06).

Le patch non hanno ancora risolto tutti i problemi che presenta Mass Effect Andromeda, ma è pur vero che molte problematiche tecniche che affliggevano il gioco sono state risolte ed il titolo adesso risulta maggiormente godibile.

Inoltre, nonostante questo non rappresenti forse una giustificazione, nei giochi di ruolo targati Bioware l’aspetto tecnico è sempre stato parzialmente in secondo piano, visto che anche i titoli passati hanno fatto più della storia e delle scelte da compiere il loro punto di forza, a scapito spesso della grafica o dell’impianto “scenografico” in generale.

Da questo punto di vista ci sentiamo assolutamente di tranquillizzare i fan della serie: Mass Effect Andromeda infatti propone nuovamente una trama in grado di appassionare e di catturare il videogiocatore, proiettandolo in un universo vastissimo e ricco di storie da raccontare.

Il peso di un nome importante

Riguardo la trama c’è però da fare subito una piccola precisazione: a differenza dei precedenti capitoli, Mass Effect Andromeda propone una storia che inizialmente stenta a decollare. Nulla di estremamente grave, a dire la verità, ma è meglio che siate preparati al fatto che nelle prime ore di gioco ci siano davvero pochi avvenimenti importanti e praticamente nessun colpo di scena.

Fortunatamente però, dopo poco, la situazione cambia radicalmente, ed il gioco riesce finalmente a mostrare il meglio di sé regalandovi una storia degna dei precedenti capitoli. Perché alla fine, è bene ricordarlo, Mass Effect è proprio questo: un’esperienza da vivere fino in fondo, con scelte morali difficili da prendere che porteranno cambiamenti radicali all’interno del gioco.

Probabilmente il problema maggiore di Mass Effect Andromeda è proprio nel suo nome. Ormai quando la gente sente o legge “Mass Effect” si aspetta sempre il gioco con voti altissimi, lodato da giornalisti e blogger, e qualunque voto sotto il 9 è destinato a far discutere e a far screditare eccessivamente il gioco, etichettandolo ingiustamente come “brutto”. Se Andromeda fosse stato un brand completamente nuovo, slegato dalla saga, probabilmente ci sarebbe stata una maggiore benevolenza verso il gioco, e invece, in virtù del nome che porta, c’è stato al contrario un accanimento spesso eccessivo .

Mass Effect è infatti un titolo che, nonostante i difetti tecnici che ne hanno accompagnato il lancio, e una trama che tarda un po’ a decollare, alla fine si è rivelato un  gioco di ruolo appassionante, profondo, e che saprà regalarvi tante ore di divertimento, a patto di non partire però eccessivamente prevenuti.

Nonostante i difetti, un ottimo gioco di ruolo

Mass Effect Andromeda, dopo una lunga prova, si è rivelato un ottimo gioco di ruolo, che tiene fede alla tradizione basilare della serie Mass Effect: una storia appassionante e profonda e tante scelte da compiere per plasmare il mondo e la trama a propria immagine e somiglianza. Purtroppo i tanti difetti tecnici e piccoli bug che ne hanno accompagnato il lancio hanno creato una sorta di accanimento eccessivo verso quello che, alla fine, rimane comunque un gioco in grado di divertire ed emozionare. Se amate la serie di Mass Effect, non fatevi sfuggire questo nuovo reboot della saga, specie ora che, grazie alle numerose patch rilasciate da Bioware e Electronic Arts, tanti difetti sono ormai finalmente risolti.

Pro

  • Trama profonda e appassionante
  • Alcuni mondi sono bellissimi
  • Tante scelte difficili da compiere

Contro

  • Tanti difetti tecnici e bug, oggi parzialmente risolti
  • Storia che decolla solo dopo qualche ora
  • Mancata localizzazione del doppiaggio in italiano
8.1

Bello

Webmaster secoli fa di AniGames.it e PlayNow.it, ora Founder di Videogiocare.it. Appassionato di tecnologia in generale e videogiochi in particolare, inizia il cammino di gamer con una introvabile Irradio TVG 888, per poi innamorarsi completamente del Commodore 64. Il resto è storia. Il suo motto è: "Questo è un problema per il Fabio del futuro".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi richiesti sono segnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Lost Password