Nintendo Switch: iniziano i ban online contro gli hacker della console

Bloccati alcuni servizi a chi ha violato la console

Nintendo Switch: iniziano i ban online contro gli hacker della console

Hacking e homebrew sono un problema sempre più invadente in casa Nintendo. Il Wii U e il 3DS sono due console ormai costantemente violate dagli hacker, che ora stanno prendendo di mira anche il Nintendo Switch.

Sono infatti apparsi in rete i primi metodi per far partire il celebre Homebrew Channel, ossia il canale utilizzato per far partire applicazioni non ufficiali (come gli emulatori), sulla nuova console della casa di Kyoto.

Nintendo però ha deciso di muoversi subito, iniziando a bannare dai servizi online gli utenti che hanno utilizzato i primi hack disponibili.

Va ricordato però che, al momento, le vulnerabilità del Nintendo Switch non permettono di far partire giochi pirata sulla console, anche se spesso i loader sono una naturale conseguenza della presenza dell’Homebrew Channel.

Al momento sembrerebbe che sia stato bloccato l’accesso al Nintendo eShop e ai servizi di condivisione, ma giochi e aggiornamenti sarebbero ancora funzionanti.

Ecco ad esempio cosa è apparso a Shiny Quagsire, un membro di spicco della comunità homebrew di Nintendo Switch, che ha pubblicato la foto seguente attraverso il proprio profilo Twitter.

I tentativi di contattare, come suggerito dal messaggio, il servizio clienti di Nintendo non ha dato però i frutti sperati. Il ban, infatti, non è stato rimosso all’utente in questione, visto che Nintendo ha dichiarato violato il Contratto di licenza con l’utente finale.

(Fonte: Nintendolife)

Webmaster secoli fa di AniGames.it e PlayNow.it, ora fondatore di Videogiocare.it. Appassionato di tecnologia in generale e videogiochi in particolare, inizia il cammino di gamer con una introvabile Irradio TVG 888, per poi innamorarsi completamente del Commodore 64. Il resto è storia. Il suo motto è: "Questo è un problema per il Fabio del futuro".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi richiesti sono segnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Lost Password