Prey – Recensione

PC PS4 XBOX ONE
Acquista su Amazon

Quando viene annunciato un gioco sviluppato da Arkane Studios, l’attesa si fa sempre piuttosto alta. Gli ottimi titoli che ha sfornato la software house di origini francesi (basti pensare a Bioshock 2, Dishonored e Dishonored 2) hanno creato ormai un livello di interesse piuttosto alto per i giochi che devono uscire sotto il loro nome, insieme a quello di Bethesda. Non stupisce quindi l’altro numero di video, rumors e notizie che hanno anticipato questa nuova avventura spaziale dalle vaghe tinte horror. Grazie a Bethesda siamo riusciti a provare il gioco leggermente in anticipo rispetto all’uscita ufficiale, ed è con immenso piacere che ci siamo lanciati su Talos I.

Tutto ciò che sai è falso

Prey riesce a conquistare fin dalle primissime battute, compresa la sequenza con i titoli iniziali. Ci siamo sentiti rapiti dalla bellissima ambientazione, dalla stupenda colonna sonora, e dal primissimo colpo di scena. Non possiamo entrare nei dettagli, visto che come sapete ci teniamo sempre tanto ad evitare il rischio di qualsiasi tipo di spoiler per gli utenti, ma possiamo garantirvi che la storia di Prey e di come ci ritroveremo sulla base spaziale di Talos I saprà rapirvi ed intrigarvi fin dai primi minuti di gioco.

Prey riprende molte meccaniche viste in Dishonored e, più recentemente, in Dishonored 2, ma allo stesso tempo è un titolo completamente diverso. Sospeso a metà tra Bioshock e Half Life, il nuovo titolo Arkane Studios cambia completamente ambientazione e tinte di gioco, proponendo un FPS fantascientifico dai tratti quasi horror (specie nella prima parte di gioco) e con alcune fasi di combattimento decisamente più plateali e frequenti rispetto a quelle a cui ci ha abituato Corvo Attano.

Il gioco infatti, pur mantenendo una fondamentale libertà di scelta per il videogiocatore tra un approccio stealth ed uno di scontro a campo aperto, come da tradizione dei recenti titoli targati Arkane Studios, è caratterizzato comunque da una serie di combattimenti decisamente più frequenti ed adrenalinici. Ovviamente non parliamo di uno shooter in prima persona alla Doom, sia chiaro, ma in ogni caso sparare in Prey sarà decisamente più frequente di quanto ci si potrebbe aspettare.

Sono morto? E chi mi ha ucciso?

Visto che stiamo parlando dei combattimenti di Prey, possiamo cogliere l’occasione per toglierci subito il primo e unico doloroso sassolino dalla scarpa, visto che è proprio nel sistema di puntamento e di fuoco che risiede il più grande difetto del gioco. Riuscire infatti a mirare e colpire correttamente gli alieni che hanno invaso Talos I risulta spesso complicato ed impreciso. Tutto questo principalmente è dovuto alla natura di gran parte dei nemici, entità nere ed informi che si muovono spesso a scatti, con veloci sparizioni e riapparizioni. Purtroppo in un fps si tratta di un difetto non da poco, specie in versione console.

Se infatti in versione PC tutto questo è parzialmente bilanciato dalla velocità di movimento tramite mouse e tastiera, in versione console (noi in particolare abbiamo provato la versione Xbox One) con il pad si fa più fatica a seguire e sparare a nemici così veloci, portandoci spesso ad un game over senza aver capito bene quale nemico sia apparso improvvisamente alle nostra spalle e abbia causato la nostra morte.

Fortunatamente però i poteri che sbloccheremo andando avanti nel gioco riescono parzialmente a bilanciare il problema e rendere il gameplay più semplice e meno frustrante, permettendoci di godere al meglio quanto di buono Prey ha da offrire.

Il titolo Arkane Studios si rivela infatti un’esperienza divertente, coinvolgente, che sa regalare un pathos sempre vivo grazie ad atmosfere e situazioni costantemente sul filo del rasoio, perfettamente sottolineate dall’ottima colonna sonora e da un’ottimo doppiaggio. La voglia di scoprire cosa è successo davvero su Talos I vi porterà inoltre ad andare costantemente avanti, senza che sopraggiunga mai la noia anche grazie alla bellissima trama di gioco con bivi narrativi e scelte da compiere che ne aumentano notevolmente la rigiocabilità.

Arkane Studios fa centro un’altra volta

Prey si è dimostrato un gioco davvero bello, e del resto dai talentuosi ragazzi di Arkane Studios e Bethesda non ci aspettavamo niente di meno. Un gioco con una trama profonda ed appassionante fin dal colpo di scena iniziale, un’ambientazione riuscita e misteriosa, un ottimo comparto sonoro e dotato di una vasta gamma di soluzioni di gameplay tra cui scegliere per proseguire nel gioco. Peccato solo per il sistema di combattimento a volte impreciso, specie su console, ma per fortuna questo piccolo difetto non pregiudica un’esperienza di gioco profonda ed affascinante, che vi consigliamo davvero di non perdervi.

Pro

  • Trama ricca di fascino e colpi di scena
  • Diversi modi per andare avanti
  • Bellissima colonna sonora
  • Ottimo doppiaggio italiano

Contro

  • Sistema di combattimento spesso impreciso
  • Caricamenti lunghi
8.8

Bello

Webmaster secoli fa di AniGames.it e PlayNow.it, ora Founder di Videogiocare.it. Appassionato di tecnologia in generale e videogiochi in particolare, inizia il cammino di gamer con una introvabile Irradio TVG 888, per poi innamorarsi completamente del Commodore 64. Il resto è storia. Il suo motto è: "Questo è un problema per il Fabio del futuro".

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi richiesti sono segnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Lost Password