Ratchet & Clank – Recensione

PS4

SONO TORNATI

Per 11 anni consecutivi, la saga di Ratchet & Clank ha popolato il mondo videoludico prendendosi una lunga pausa nel 2013. Circa 3 anni dopo ritorna sulle scene attraversando lo schermo del cinema per arrivare sulla home console di casa Sony. Il claim utilizzato per identificare questo brand posizionato su più livelli, recita “Il gioco, basato sul film, basato sul gioco”, sgombrando il campo da dubbi su cosa aspettarsi e su quale esperienza la Insomniac abbia deciso di riportare in vita per gli spettatori e per i possessori di PS4. Il gioco è il remake dell’avventura apparsa nel 2002 per PlayStation 2, ma questa definizione non descrive adeguatamente il 13° titolo dedicato a questa inusuale coppia di personaggi. Infatti l’avventura si ispira fondamentalmente al titolo che diede inizio alla saga, ma gli sviluppatori hanno realizzato anche una summa delle gesta, delle armi, degli ambienti e dei personaggi incontrati durante i precedenti 12 giochi realizzati (sì, ben 12 tra saga originale e spin off). La trama ripercorre gli inizi: quindi vivremo o rivivremo la nascita dell’amicizia tra l’ultimo dei Lombax e l’insolito robot. I due improbabili ranger stellari dovranno combattere, risolvere situazioni, viaggiare da un pianeta all’altro per cercare di fermare le catastrofiche ambizioni del “solito” cattivone megalomane. Una struttura tipica con tante missioni e task da completare, ma all’interno di un’atmosfera classica carica di colori, effetti speciali, humor e tantissime armi con effetti “devastantemente” divertenti.

ratchet (1)

Stile classico per un’avventura moderna

Insomniac Games, all’interno di un operazione commerciale ben pensata, riporta sulle scene il suo classico Ratchet & Clank. A metà tra uno sparatutto e un platform, questa avventura in esclusiva per PS4 porta i giocatori indietro di qualche decennio, facendogli vivere e sperimentare un gioco che si avvale di tattiche, strategie e gameplay di altri tempi. Le aree da esplorare non sono enormi ma molto ben disegnate e curate nei particolari. Il sistema di controllo non è eccellente, ma con pochissima pratica si riesce ad ottenere una sufficiente dimestichezza per godere del gioco. Proseguendo nell’avventura, i due insoliti protagonisti otterranno nuove e inconsuete armi con cui farsi strada attraverso i livelli. Forse sono proprio le armi le coprotagoniste di questo gioco: la bravura e la creatività nella realizzazione di improbabili proiettili sono il marchio di fabbrica di questo team di sviluppatori (al semplice punta e spara, hanno aggiunto situazioni surreali come un fucile che spara palle a specchi e costringe i nemici ad un funk anni ’70).

ratchet (4)

Gli autori hanno distribuito lungo la dozzina di pianeti disponibili, un enorme numero di segreti che ci spingerà a ritornare spesso sui nostri passi per collezionare tutti i tesori nascosti. Lo story mode quindi si basa sull’esplorazione dei mondi disponibili, riempiti di giochi, puzzle, enigmi e prove più adrenaliniche (la corsa sugli Hooverboard non è niente male!). Da trovare, per i fissati completisti dei giochi, ci sono anche punti Bolt e Carte speciali che aumentano la longevità del gioco con più di 10 ore. Potenziare le armi, raccogliere monete, trovare segreti, correre e sparare: Ratchet & Clank mette sul tavolo elementi di gioco che hanno fatto la storia del genere e li ripropone con un’ottima tecnica e una grafica accattivante. L’unico difetto importante è la tendenza del gioco a diventare un grande caos di combattimenti. Infatti, proseguendo nell’avventura, la parte di sparare a tutto e tutti prende il sopravvento e il senso di confusione tende a sporcare l’esperienza. Audio ed effetti sonori sono all’altezza di un gioco divertente e fuori dal “momento” videoludico.

 

Commistione tra vecchio e nuovo più che riuscita

Il 13° capitolo delle storie di Ratchet & Clank riesce ad unire uno stile di gaming “vecchio” con le potenzialità dell’ultima generazione PlayStation. Insomniac Games prende tutto il meglio che ha saputo fare in questi anni, creando un mix divertente e colorato che richiede il giusto equilibrio tra tempo e impegno. Un gioco colorato, divertente e tecnicamente davvero ben realizzato, con l’unico difetto di risultare un pò confuso e caotico in alcune situazioni più complicate. Ci sentiamo però di consigliare il gioco a tutti, specialmente ai più giovani che potranno trovare in questo gioco un po’ del sano divertimento “vecchia scuola”.

Pro

  • Divertente e colorato
  • Ottimo mix di diversi giochi
  • Tecnicamente ben realizzato

Contro

  • Alcuni momenti sono troppo caotici
8.8

Bello

Svezzato a NES, cresciuto a PlayStation e Xbox e sfamato a PC gaming. Ha accolto con entusiasmo il progetto videogiocare.it. Purtroppo spesso non è d’accordo con il pensiero generale riguardo i giochi, ma qualcuno deve pur cantare fuori dal coro. Il suo motto è: “Bisogna prestare poca fede a quelli che parlano molto”. Oh, non lo ha detto lui, ma Catone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi richiesti sono segnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Lost Password