Silence – Recensione

PC PS4 XBOX ONE

Confesso che non sapevo che Silence fosse il seguito di The Whispered World, avventura targata Daedalic Entertainment che (mea culpa) conoscevo solo di nome. Così, quando mi sono andato a documentare in fase di recensione sullo sviluppo del gioco ed ho scoperto questa mia lacuna, sono andato a leggere la storia del primo capitolo, non avendo ovviamente tempo di giocarlo.

Ma non vi preoccupate: anche non avendo giocato The Whispered World (a cui comunque ci sono molti richiami durante le fasi di gioco), Silence è perfettamente godibile, anche perchè in fase di prologo e tramite un racconto interattivo iniziale ci sarà svelata tutta la storia del primo episodio.

silence-4

Più storia, meno enigmi

Silence, come ovviamente The Whispered World, è un’avventura punta-clicca che però, in questa sua nuova incarnazione, si avvicina più ai giochi targati TellTale (The Walking Dead, A Wolf Among Us, etc) che non alle avventure tradizionali “vecchia scuola” come The Secret of Monkey Island. Gli enigmi infatti sono pochi, e generalmente facilmente risolvibili anche grazie ad un sistema di aiuti (comunque disattivabile) che in pratica renderà quasi impossibile rimanere bloccati.

La scelta di Daedalic Entertainment è abbastanza evidente: Silence punta (come i titoli Telltale appunto) ad essere quasi più una storia interattiva piuttosto che un’avventura ricca di puzzle da risolvere. Sono anche presenti dialoghi a risposta multipla, ma questi cambieranno solo la situazioni che state vivendo sul momento, per poi riprendere con una narrazione univoca che giungerà ad un bivio reale solo nella fase finale del gioco, in cui la decisione presa influenzerà il finale di gioco.

silence-3

Da questo punto di vista, forse, c’è il limite più grande per l’avventura della software house tedesca: la bassa rigiocabilità. In questo genere di giochi infatti, la cui durata è generalmente abbastanza limitata, l’impatto delle decisioni prese dovrebbe avere un ruolo maggiore, spingendo il giocatore a provare strade alternative per vedere cosa sarebbe successo con scelte diverse da quelle prese inizialmente. Silence invece, escluso il bivio finale che potrete facilmente ricaricare e provare senza necessariamente rigiocare tutto il gioco, si presenta come una storia lineare, da vivere tutta d’un fiato.

Fatta questa puntualizzazione doverosa però, bisogna ammettere che Silence è un’avventura che sa conquistare. La storia è appassionante, e fin dalle prime battute riesce ad incuriosire ed emozionare, lo stile favolistico sa incantare i giocatori (o almeno i più sensibili a questo genere di giochi) e l’ottima narrazione rende spesso difficile interrompere il gioco, spinti dalla voglia di vedere come evolvono gli eventi raccontati.

silence

Un’avventura semplice ma affascinante

Silence evita lo stile delle avventure punta-clicca vecchia scuola (non c’è nemmeno l’inventario…) e vi avvicina più alle avventure TellTale, proponendo una sorta di avventura interattiva in cui immergersi, che cerca di conquistare il giocatore grazie ad una storia affascinante e con una bellissima ambientazione, musiche comprese. Peccato solo che le scelte incidano davvero poco sulla storia, proponendo un vero bivio solo nella parte finale. Un gioco comunque che ci è piaciuto e che ci sentiamo di consigliare, a patto di non cercare un’avventura vecchio stile ricca di enigmi difficili da risolvere: Silence ha scelto una strada completamente diversa, più semplice ma più emozionale.

Pro

  • Storia interessante e ricca di trovate originali
  • Ambientazione evocativa ed affascinante
  • Ottima colonna sonora

Contro

  • Facile
  • Un solo vero bivio alla fine del gioco
8.2

Bello

Webmaster secoli fa di AniGames.it e PlayNow.it, ora Founder di Videogiocare.it. Appassionato di tecnologia in generale e videogiochi in particolare, inizia il cammino di gamer con una introvabile Irradio TVG 888, per poi innamorarsi completamente del Commodore 64. Il resto è storia. Il suo motto è: "Questo è un problema per il Fabio del futuro".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi richiesti sono segnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Lost Password