Styx: Shards of Darkness, gli sviluppatori di Cyanide raccontano la genesi del protagonista

Il video ci svela anche nuove sessioni di gameplay

Styx: Shards of Darkness, gli sviluppatori di Cyanide raccontano la genesi del protagonista

NOTIZIE VIDEOGIOCARE – Gli sviluppatori di Cyanide Studio hanno rilasciato oggi un nuovo video dedicato alla creazione del concept e alla personalità del goblin Styx.

Styx: Shards of Darkness è un titolo ancora più ambizioso del precedente capitolo della saga e trasporterà il protagonista dalle tenebre di Akenash a un mondo molto più vasto e complesso dove potrà sfruttare ogni sua nuove abilità. L’esperienza di gioco di Shards of Darkness trarrà notevoli benefici da un lavoro di produzione superiore a quella di Master of Shadows e non mancheranno occasioni dove Styx potrà esprimere, in maniera ancora più accentuata, il sarcasmo che lo caratterizza.

I goblin non sono certo celebri per la loro forza fisica e uno scontro diretto con un nemico si tradurrebbe in morte sicura, Styx sarà quindi costretto a utilizzare un approccio ragionato, sfruttando ogni possibilità offerta dall’ambiente di gioco.

In questo nuovo video, che trovate sopra la notizia, scoprirete come il gameplay di Styx: Shards of Darkness si adatterà al vostro stile. Potrete decidere di prendervi parecchi rischi, rubando ogni oggetto presente nella mappa, oppure di utilizzare un approccio stealth, dove la vostra priorità sarà quella non far scattare alcun allarme. In entrambi i casi le caratteristiche, le abilità e gli strumenti di Styx saranno a vostra completa disposizione e vi accompagneranno lungo tutta questa straordinaria avventura.

Styx: Shards of Darkness arriverà il 14 marzo 2017 nelle versioni per piattaforme PlayStation 4, Xbox One e PC.

Webmaster secoli fa di AniGames.it e PlayNow.it, ora Founder di Videogiocare.it. Appassionato di tecnologia in generale e videogiochi in particolare, inizia il cammino di gamer con una introvabile Irradio TVG 888, per poi innamorarsi completamente del Commodore 64. Il resto è storia.
Il suo motto è: “Questo è un problema per il Fabio del futuro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi richiesti sono segnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Lost Password