The Town of Light: le vendite digitali contribuiranno alla sensibilizzazione ai problemi di salute mentale

Wired Productions annuncia la prima attività di una campagna annuale: il 25% dei profitti derivati da The Town of Light saranno devoluti in un nuovo fondo per la salute mentale

The Town of Light: le vendite digitali contribuiranno alla sensibilizzazione ai problemi di salute mentale

NOTIZIE VIDEOGIOCHI – Wired Productions, un editore e sviluppatore di giochi indipendente, e LKA, studio di videogiochi italiano, sono lieti di annunciare che parte dei proventi di ogni copia di The Town of Light venduta fra il 16 agosto e il 6 settembre saranno versati in un nuovo fondo a sostegno di iniziative per la salute mentale, inclusa Take This, Inc.

Il 25% dei guadagni netti di ogni copia digitale, in qualsiasi formato, di The Town of Light venduta nel periodo di tale promozione sarà devoluto nel fondo. Per amplificare l’impatto della campagna, Wired Productions e LKA offriranno uno sconto del 20% sul prezzo del gioco durante tale periodo.

Questa promozione segna l’inizio di una campagna che si snoderà nel corso di un anno, per sensibilizzare e richiamare l’attenzione sull’importanza della salute mentale. I proventi della campagna aiuteranno a finanziare servizi fondamentali offerti da Take This, Inc, che includono programmi educativi e risorse di riferimento nel campo della salute mentale, così come le famose ‘stanze AFK’, spazi serviti all’interno dei principali eventi mondiali relativi ai videogiochi, dove prendersi cura della propria salute mentale.

L’elenco delle ulteriori attività, eventi e collaborazioni sarà annunciato durante la campagna stessa.

“The Town of Light, a causa dei temi trattati relativi alla salute mentale e i suoi riferimenti a fatti reali, ha aperto la discussione,” ha dichiarato Leo Zullo, direttore generale di Wired Productions. “Il nostro compito è quello di sostenerci a vicenda e portare avanti quella discussione, non solo per cancellare lo stigma attorno alla malattia mentale, ma anche per far sapere a chi si sente solo che non lo è, e dargli l’aiuto di cui ha disperatamente bisogno. Questa promozione, assieme alla nostra ampia campagna di sensibilizzazione, rappresenta solo una piccola parte di un quadro più complesso, ma speriamo sia in grado di toccare molte persone.”

“Il sentimento predominante in The Town of Light è sempre stato la compassione,” ha dichiarato Luca Dalcò, capo dello studio LKA, “le difficoltà che circondano la salute mentale toccano molti di noi oggigiorno, educare su questo tema e raccontare le storie di coloro che hanno sofferto di malattia mentale senza avere voce nel passato era il nostro obiettivo. Avere l’opportunità di aiutare chi ne soffre nel presente è più di quanto sperassimo.”

Russ Pitts, presidente di TakeThis, Inc. ha detto, “Le più grandi sfide per le persone con problemi di sanità mentale sono l’isolamento e la solitudine. La sensazione che nessuno le capisca o possa aiutarle. In questa situazione, molti cercano una via di fuga nei videogiochi. Vedere i problemi di salute mentale affrontati in modi realistici e significativi in un gioco come Town of Light può essere un’ancora di salvezza per chi è in difficoltà.” 

Vi ricordiamo che The Town of Light è attualmente disponibile per PC, PS4 e Xbox One.

Webmaster secoli fa di AniGames.it e PlayNow.it, ora Founder di Videogiocare.it. Appassionato di tecnologia in generale e videogiochi in particolare, inizia il cammino di gamer con una introvabile Irradio TVG 888, per poi innamorarsi completamente del Commodore 64. Il resto è storia.
Il suo motto è: “Questo è un problema per il Fabio del futuro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi richiesti sono segnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Lost Password