Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands: la Closed Beta sarà dal 3 al 6 febbraio

Unisciti al Team Ghost e gioca alla Beta in modalità cooperativa fino a quattro giocatori

NOTIZIE VIDEOGIOCHI – Ubisoft annuncia che la Closed Beta di Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands sarà disponibile dal 3 al 6 febbraio 2017, sia su console che su PC. Il Preload sarà disponibile dall’1 febbraio 2017. I giocatori che non vedono l’ora di vestire i panni di un vero Ghost possono registrarsi su GhostRecon.com/Beta per avere la possibilità di partecipare alla Closed Beta. Ogni giocatore selezionato potrà invitare a giocare fino a 3 amici sulla stessa piattaforma.

La Closed Beta porterà i giocatori in Bolivia, dove dovranno esplorare Itacua, una provincia fiorente e montuosa. I Ghost dovranno eliminare i membri chiave del cartello della droga Santa Blanca per riuscire a smantellare l’intera organizzazione criminale. Come per il gioco completo, tutti i contenuti presenti nella Closed Beta potranno essere giocati in single player o con gli amici, fino ad un massimo di quattro giocatori in modalità cooperativa. Nei panni dei Ghost, i giocatori saranno liberi di utilizzare un grande varietà di veicoli, equipaggiamenti tattici e armi per portare a termine il loro lavoro.

Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands è ambientato in Bolivia, nel più grande open world mai creato da Ubisoft per un gioco action-adventure. A pochi anni di distanza da oggi, il paese è stato trasformato in un narco-stato per mano del violento cartello della droga chiamato Santa Blanca. I giocatori avranno il compito di smantellare il cartello con ogni mezzo a loro diposizione: l’enorme e reattivo open world incoraggia vari stili di gioco, lasciando ai giocatori la libertà di scegliere come portare a termine le missioni.

Webmaster secoli fa di AniGames.it e PlayNow.it, ora Founder di Videogiocare.it. Appassionato di tecnologia in generale e videogiochi in particolare, inizia il cammino di gamer con una introvabile Irradio TVG 888, per poi innamorarsi completamente del Commodore 64. Il resto è storia. Il suo motto è: "Questo è un problema per il Fabio del futuro".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi richiesti sono segnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Lost Password