Tom Clancy’s Rainbow Six Siege supera i 25 milioni di giocatori

E arriva anche l'Operazione White Noise

Tom Clancy’s Rainbow Six Siege supera i 25 milioni di giocatori

In occasione del secondo anniversario di Tom Clancy’s Rainbow Six Siege, Ubisoft ha annunciato che Operazione White Noise è disponibile per tutte le piattaforme.

La nuova stagione include la nuova mappa Mok Myeok Tower, ambientata in un altissimo edificio in Corea del Sud, dove il Team Rainbow dovrà intervenire. Operazione White Noise introduce anche tre nuovi operatori, Dokkaebi, Vigil e Zofia, ciascuno dotato di determinate armi personali.

Tom Clancy’s Rainbow Six Siege annuncia anche di aver superato i 25 milioni di utenti registrati. “Gli investimenti a favore dei giocatori sono stati fondamentali per il successo del gioco e la sua longevità è sempre stata un fattore molto importante per noi. Man mano che il gioco progrediva, abbiamo continuato a svilupparlo pensando sempre alla community”, ha dichiarato Alexandre Remy, Brand Director di Rainbow Six Siege. “Siamo davvero felici di come la community ha accolto il gioco, portando con sé i propri amici e aiutandoci a comprendere ciò che potevamo realizzare con quanto abbiamo creato”.

In linea con il continuo impegno nel fornire nuovi contenuti di qualità e integrare i membri della sua community di giocatori in costante crescita, lo studio di Ubisoft Montreal ha recentemente annunciato l’Anno 3 per il gioco.

I giocatori possono acquistare il Pass dell’Anno 2 fino al 12 dicembre per ottenere accesso anticipato agli operatori dell’Operazione White Noise.

I possessori del Season Pass potranno beneficiare di sette giorni di accesso esclusivo ai nuovi operatori, mentre tutti gli altri giocatori potranno sbloccarli con i propri Renown o Crediti R6 al termine del periodo esclusivo.

 

Webmaster secoli fa di AniGames.it e PlayNow.it, ora Founder di Videogiocare.it. Appassionato di tecnologia in generale e videogiochi in particolare, inizia il cammino di gamer con una introvabile Irradio TVG 888, per poi innamorarsi completamente del Commodore 64. Il resto è storia.
Il suo motto è: “Questo è un problema per il Fabio del futuro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi richiesti sono segnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Lost Password