Uncharted: L’Eredità Perduta – Recensione

PS4
Acquista su Amazon

Quando viene annunciata l’uscita di un nuovo gioco targato Naughty Dog, confesso che l’hype per me è  davvero alto. La software house di Santa Monica è sempre riuscita a stupirmi con i suoi titoli, partendo dai titoli della serie Crash Bandicoot e Jak and Daxter su PlayStation 1 e 2, e proseguendo con le serie Uncharted e The Last of Us su Playstation 3 e 4.

E’ quindi con molta curiosità che ho seguito lo sviluppo di questo nuovo Uncharted: L’Eredità Perduta, costola di Uncharted 4, quasi un DLC che poi si è evoluto in un’avventura standalone, con protagonisti diversi (Chloe, affiancata da Nadine , rimpiazza il buon vecchio Nathan Drake), una storia a sè stante, ed una longevità (circa 8-10 ore per completarlo) sufficiente a farlo  diventare a tutti gli effetti un capitolo indipendente, anche se il gioco per correttezza, vista la durata esigua, non viene venduto a prezzo pieno (su Amazon il gioco viene venduto a 35,99 euro).

Naughty Dog avrà fatto centro anche questa volta? Scopriamolo insieme…

Sono una donna, non sono una santa

Uncharted: L’Eredità Perduta parte esattamente dove si è interrotto Uncharted 4, ma evita accuratamente di fare troppi riferimenti al capitolo precedente per non rovinare l’esperienza di gioco a chi dovesse giocare eventualmente prima a questa avventura e poi all’ultimo capitolo con Nathan Drake (tranne forse qualche piccolo riferimento…). Se vi state quindi chiedendo se è possibile giocare a L’Eredità Perduta anche senza aver ancora giocato ad Uncharted 4, allora la risposta è si.

La protagonista di questa nuova avventura è Chloe (già apparsa nei capitoli precedenti) affiancata dal mercenario Nadine, che però sarà una partner non controllabile. Il personaggio di Chloe è ovviamente rimasto lo stesso che abbiamo già avuto modo di conoscere: un’avventuriera sensuale, spregiudicata, forte ed indipendente. La storia nelle primissime ore a dire il vero non brilla, ma andando avanti con l’avventura avremo modo di gustarci una storia profonda e appassionante, che svelerà molto sul passato di Chloe, in particolare sul suo rapporto con il padre.

Chi è il gioco più bello del reame?

Quello che colpisce fin da subito di Uncharted: L’Eredità Perduta è senza dubbio la bellezza grafica del gioco, bellezza che andando avanti non solo non cala, ma riesce persino ad aumentare. Quello che ci troviamo di fronte è probabilmente il gioco tecnicamente più impressionante mai apparso su PS4, probabilmente migliore dello stesso Uncharted 4 o di Horizon: Zero Dawn. Alcuni scorci sono così belli che è davvero difficile riuscire a trattere un “Wow…“.

Ovviamente, questo nuovo Uncharted non si risolve semplicemente nel lato tecnico ed estetico: come ogni buon titolo delle serie targate Naughty Dog , anche questo capitolo è divertente, adrenalinico spettacolare. Se siete dei fan della serie infatti, anche in Uncharted: L’Eredità Perduta ritroverete tutto quello che avete amato nei capitoli precedenti: tanta azione cinematografica, tante sparatorie e tante scalate.

Unico neo forse da segnalare è il personaggio di Nadine, non tanto come storia o background che, come da tradizione, viene approfondita con il proseguire del gioco, quanto come inutilità ai fini del gameplay. Sarebbe infatti stata una buona idea renderlo un personaggio più interattivo e presente all’interno delle fasi action, piuttosto che un mero spettatore o compagno di sparatorie. Altro piccolo difetto potrebbe essere, per alcuni, il fatto che il gioco non si distacca troppo dalle dinamiche già viste nella serie in generale, ed in Uncharted 4 in particolare, ma del resto da una semplice “costola” non ci aspettavamo chissà quale stravolgimento a livello di gameplay.

Naughty Dog non sbaglia nemmeno questa volta

La software house di Santa Monica non sbaglia nemmeno questa volta, e tra l’eccellente Uncharted 4: Fine di un ladro e l’attesissimo The Last of Us 2, ci regala una “piccola” avventura standalone, venduta ad un prezzo ridotto, capace come sempre di rapire, divertire ed incantare con i suoi splendidi scorci, le sue scalate e le sue sparatorie. Uncharted: L’Eredità Perduta è tutto quello che ci aspettavamo da un’avventura targata Naughty Dog, ed anche di più. Forse non stravolge più di tanto la formula di Uncharted 4, ma resta senza dubbio una delle tante esclusive su PlayStation 4 da non farsi scappare assolutamente.

Pro

  • Tecnicamente non ha rivali
  • Scorci davvero mozzafiato
  • Divertente ed adrenalinico come da tradizione
  • La scelta di un'avventura standalone si è rivelata vincente
  • Musiche in tema, che variano durante le fasi action

Contro

  • Non stravolge la formula di Uncharted 4
  • Nadine poteva avere un ruolo più profondo nel gameplay
9

Da non perdere

Webmaster secoli fa di AniGames.it e PlayNow.it, ora Founder di Videogiocare.it. Appassionato di tecnologia in generale e videogiochi in particolare, inizia il cammino di gamer con una introvabile Irradio TVG 888, per poi innamorarsi completamente del Commodore 64. Il resto è storia.
Il suo motto è: “Questo è un problema per il Fabio del futuro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi richiesti sono segnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Lost Password