Destiny 2: disponibile La Stagione degli Eletti su PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series X e Stadia

Destiny 2: disponibile La Stagione degli Eletti su PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series X e Stadia

Bungie ha pubblicato la nuova stagione di Destiny 2, La Stagione degli Eletti. In questa stagione i giocatori potranno approfittare di nuovi assalti, guadagnare nuovo equipaggiamento, combattere per l’onore nell’attività stagionale dei “Campi di battaglia” e sfruttare il Martello della Prova contro i cabal. La Stagione degli Eletti terminerà l’11 maggio.

L’imperatrice Caiatl, figlia di Calus e ledear dei Cabal, cerca Zavala per un’alleanza con l’Avanguardia. Quando Zavala rifiuta di inginocchiarsi, entrambe le parti si scambiano minacce. I Guardiani devono colpire preventivamente il suo esercito in crescita mentre continuano a respingere l’influenza destabilizzante di Xivu Arath.

Nella stagione 13, vedremo i guardiani impegnati nei Campi di battaglia, un’attività con matchmaking per tre giocatori con cui sarà possibile sfidare in un combattimento rituale i guerrieri prescelti di Caiatl. All’inizio della stagione 13, gli assalti D.A.G.A. caduta e La Tana dei Diavoli faranno il loro ritorno da Destiny 1. A stagione inoltrata, l’assalto Terreni di Prova contrapporrà i campioni dell’umanità al migliore fra le schiere cabal per determinare le sorti dell’Ultima Città.

I possessori di Pass stagionale sbloccheranno subito il nuovo set di armatura stagionale del Prefetto e l’arco esotico Divinazione di Ticuu. Quest’ultimo permette di scoccare allo stesso tempo più frecce solari in grado di rintracciare i bersagli. Inoltre, ci saranno più di 25 armi disponibili tra esotiche, leggendarie e rituali.

Giornalista iscritto all'albo, svezzato a NES, cresciuto a PlayStation e Xbox e sfamato a PC gaming. Ha accolto con entusiasmo il progetto videogiocare.it. Purtroppo spesso non è d’accordo con il pensiero generale riguardo i giochi, ma qualcuno deve pur cantare fuori dal coro. Il suo motto è: “Bisogna prestare poca fede a quelli che parlano molto”. Oh, non lo ha detto lui, ma Catone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono indicati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Lost Password