Dying Light 2 Stay Human è disponibile da oggi su PC, PlayStation e Xbox

Dying Light 2 Stay Human è disponibile da oggi su PC, PlayStation e Xbox

Dying Light 2 Stay Human sarà disponibile oggi su PC, PS4/5, Xbox One e Xbox series X/S. Dopo 7 anni di produzione, Techland ha rilasciato la sua ultima, grande produzione incentrata sulle meccaniche del parkour e del combattimento, ricca di attività da svolgere in un open world dai colori elettrizzanti, tipici dei moderni secoli bui, piena di scelte da fare e con un sistema di alternanza giorno/notte.

In Dying Light 2 Stay Human i giocatori potranno plasmare il futuro di The City grazie alle le loro azioni e osservare come essa cambia, determinando i rapporti di forza attraverso le scelte in un conflitto sempre maggiore e forgiando così la nostra esperienza personalizzata. Il gioco ci permetterà, inoltre, di essere creativi e brutali durante i combattimenti. Per sopravvivere dovremo affidarci alle nostre abilità di parkour e combattimento, supportati da oltre duecento armi, tutte da provare, più di venti mods e numerose power moves. E quelli che cercano l’equipaggiamento migliore dovrebbero aspettare la notte, per potersi avventurare negli oscuri nascondigli degli Infetti. La luce del sole li tiene alla larga, ma col calare della notte i mostri iniziano la caccia, lasciando le loro tane libere di essere esplorate.

Quello che dovreste sapere su Dying Light 2 Stay Human è che riguardo alla meccanica principale del gioco, il parkour, Techland è stata assistita dal padre del parkour, David Belle, che non solo è uno dei personaggi principali del gioco, Hakon, ma ha anche aiutato Techland a creare mosse di parkour dall’aspetto realistico.
Ma David Belle non è l’unica stella, qui! Anche Rosario Dawson, stella del cinema americana, conosciuta anche come Ahsoka-Tano nella serie Star Wars, interpreta uno dei personaggi principali: la ribelle e indipendente Lawan.

Giornalista iscritto all'albo, svezzato a NES, cresciuto a PlayStation e Xbox e sfamato a PC gaming. Ha accolto con entusiasmo il progetto videogiocare.it. Purtroppo spesso non è d’accordo con il pensiero generale riguardo i giochi, ma qualcuno deve pur cantare fuori dal coro. Il suo motto è: “Bisogna prestare poca fede a quelli che parlano molto”. Oh, non lo ha detto lui, ma Catone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono indicati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Lost Password