Fire Emblem Engage – Recensione

NINTENDO SWITCH
Acquista su Amazon

Per chi ama i giochi strategici a turni (come il sottoscritto) e ha posseduto almeno una volta una console Nintendo, Fire Emblem è una serie praticamente irrinunciabile. Creata da Intelligent Systems e pubblicata dalla stessa Nintendo, la saga conta ben 13 episodi, a cui si aggiungono quattro spin-off e tre remake, ed è uscita quasi su ogni sistema di gioco realizzato della grande N.

Non poteva ovviamente mancare all’appello Nintendo Switch: e così, dopo il mai lodato abbastanza Fire Emblem: Three Houses, ecco che arriva un nuovo capitolo della saga, sempre sulla console ibrida della casa di Kyoto, intitolato Fire Emblem Engage, un titolo che fin dal suo primo annuncio nel corso del Nintendo Direct di settembre aveva esaltato i fan della serie.

Abbiamo potuto gustarci questo nuovo capitolo grazie ad un codice review fornito da Nintendo, e dopo aver portato a termine la storia del Drago Divino siamo finalmente pronti a raccontarvi le nostre opinioni.




Un corpo e un Emblema

Se nel precedente Three Houses il tratto caratterizzante era la possibilità di giocare la storia principale dal punto di vista di tre diverse casate, con relative sotto trame e personaggi diversi, stavolta, come suggerisce il titolo Engage, la novità principale è rappresentata dall’unione con gli Emblemi.

La trama, a dire il vero, è piuttosto banale e ricalca schemi ormai visti e rivisti, ma nel corso delle nostre avventure dovremo raccogliere 12 Emblemi, ossia anelli in cui risiedono le anime (chiamiamole così…) degli eroi della serie di Fire Emblem. Una volta ottenuti gli Emblemi, potremo assegnarli ai vari personaggi del nostro team, che potranno così evocarli per combattere con loro fianco a fianco, oppure fondersi in un unico personaggio estremamente potente.

Il gameplay del gioco quindi, che di base ovviamente non si distacca da quanto già visto nei precedenti capitoli, grazie a questa trovata raggiunge livelli davvero eccelsi. Non vogliamo come sempre svelarvi troppo per rovinarvi il gusto della sorpresa, ma provare le varie unioni dei personaggi con i diversi Emblemi sarà davvero divertente e stimolante. Inoltre alcune delle loro abilità uniche, unita alla buona varietà delle mappe, vi regalerà alcuni degli scontri più belli e impegnativi mai visti nella serie.

Si perchè la nuova opera di Intelligent System anche a livello normale risulterà abbastanza difficile, specie nelle fasi avanzate, riuscendo però a non diventare mai eccessivamente frustrante, e spingendovi anzi sempre a riflettere bene prima di fare la vostra mossa. In nostro aiuto ci sarà poi l’immancabile Cronogemma del drago, un manufatto che permette di riavvolgere il tempo in battaglia (seppur con un limite massimo di utilizzi per scontro) ed evitare ad esempio la morte di un compagno di squadra o rimediare ad una mossa sbagliata, senza dover però ricominciare da capo tutto lo scontro.

Mai così bello su Switch

Inutile nasconderselo: Nintendo Switch è dotato di un hardware ormai obsoleto, che nel 2023 fa fatica persino a far girare giochi in full HD (ossia in 1080p). Del resto la forza della console Nintendo non risiede certo nei muscoli, e non è un caso il grandissimo successo che ha riscosso (e continua a riscuotere) nonostante questo limite.

Fire Emblem Engage però è un titolo davvero splendido da vedere. Anche stavolta non raggiunge il full HD, anche se stavolta riesce ad arrivare a 972p in modalità TV, ma sicuramente è uno dei titoli tecnicamente più riusciti sulla console Nintendo, specie per alcune sequenze che potremo gustarci tra uno scontro e l’altro.

Certo, ci sono alcuni escamotage che rendono possibile il livello grafico raggiunto dal titolo: innanzitutto la scelta anche stavolta del utilizzo della grafica in cel shading, da sempre piuttosto leggera da gestire, e poi bisogna anche tenere che si tratta pur sempre di un gioco che propone principalmente combattimenti 1vs1 con animazioni precalcolate. In ogni caso, rimane il fatto che il gioco è uno spettacolo visivo davvero riuscito, specie se amate lo stile anime della serie.

Abbiamo impiegato circa 35 ore per arrivare ai titoli di coda di Fire Emblem Engage, dedicandoci alla main quest e ad alcune appendici (così sono chiamate le missioni secondarie della storia), e alla fine la nostra sensazione è quella di aver giocato ad uno dei migliori capitoli della serie, dotato di un gameplay profondo, sfaccettato, impegnativo, appagante e caratterizzato anche da una buona rigiocabilità.

Certo, nonostante la splendida caratterizzazione dei personaggi la trama spesso traballa, ha dei colpi di scena annunciati e molti dialoghi sono troppo superficiali, ma la forza di Fire Emblem Engage è tutta nella sua incredibile profondità di gameplay, che ci restituisce un titolo davvero imperdibile per tutti i fan dell’opera firmata Intelligent System.

Uno dei migliori capitoli della serie

Fire Emblem Engage è senza dubbio uno dei migliori capitoli della serie. Nonostante una trama forse non eccezionale (ma nemmeno così orribile come descritta da qualcuno, specie rispetto ai capitoli precedenti), è soprattutto il gameplay a brillare e a regalarci un titolo profondo, sfaccettato, appagante e piuttosto impegnativo anche a livello normale, che vi costringerà a studiare bene le vostre mosse senza però risultare mai frustrante. Se a questo aggiungete un comparto tecnico di primissimo livello per Nintendo Switch, il risultato è un gioco davvero riuscitissimo, e sicuramente imperdibile per tutti i fan dello storico brand Nintendo.

PRO

  • Gameplay estremamente profondo
  • Gli emblemi sono una trovata riuscitissima
  • Tecnicamente splendido
  • Longevità elevatissima

Contro

  • Trama banale e dialoghi trascurabili
9

Imperdibile

Giornalista iscritto all'Ordine di Roma. Webmaster secoli fa di AniGames.it e PlayNow.it, ora fondatore di Videogiocare.it. Appassionato di tecnologia in generale e videogiochi in particolare, inizia il suo cammino con una introvabile Irradio TVG 888, per poi innamorarsi completamente del Commodore 64. Il resto è storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono indicati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Lost Password