– A me Guardiola mi fa un baffo…

PC

SQUADRA CHE VINCE NON SI CAMBIA

“Ma quale Guardiola, quale Mourinho: con quei fenomeni in squadra, anche se allenassi io sarei in grado di vincere campionati e coppe”. Quante volte vi sarà capitato di dire una frase come questa? Bene, adesso avete l’occasione di mettervi alla prova e vedere davvero quanto valete come allenatori di calcio. Football Manager rappresenta ancora oggi il non plus ultra dei giochi manageriali, grazie al quale potremmo vestire il ruolo di trainer di una squadra di club: se cominciare dalla piccola realtà di provincia o da quella più titolata al mondo, sarà una decisione che toccherà a voi.

Sappiate che le pretese delle varie squadre, a seconda del prestigio, saranno molto diverse tra loro: allenando il Barcellona sarete costretti a vincere tutto, mentre cominciando dal Crotone al massimo vi sarà chiesto di lottare per restare in serie B. Da quel momento in poi starà soltanto a voi: se riuscirete a guidare la squadra verso l’obiettivo prefissato, azzeccando tattiche e mosse di mercato, allora vi attenderà una lunga carriera costellata di successi. Ma se così non fosse, verrete ricoperti di fischi, i giocatori si lamenteranno e il presidente non ci penserà due volte a esonerarvi, alla stregua del peggior Zamparini.

football-manager-2016(3)

Football Manager resta sempre il top

Le due grandi novità di questo Football Manager 2016 sono rappresentate dalla possibilità di creare un vostro team da zero e quella di poter giocare ad una versione online del classico fantacalcio. Piacevoli aggiunte che accrescono la longevità del titolo. Ma è senza dubbio la classica modalità “Carriera” a farla sempre da padrona. Vestire i panni dell’allenatore e guidare il club attraverso difficili quanto ponderate scelte è il piatto forte di Football Manager, grazie soprattutto all’enormità del database e alle innumerevoli possibilità decisionali su come interagire su squadra e strategie di mercato.

football-manager-2016(4)

L’aspetto più succulento di FM, parliamoci chiaro, è rappresentato proprio dal calciomercato: scovare una giovane promessa grazie al lavoro certosino dei nostri osservatori, o puntare il calciatore che pensiamo possa essere perfetto per rafforzare la nostra squadra è la parte che ha fatto innamorare milioni di appassionati di calcio. Ancora una volta Football Manager ci permette un’infinità di soluzioni per riuscire a conoscere, ingolosire, e poi acquistare il calciatore finito nel nostro mirino. Peccato solo che alcune valutazioni di mercato siano sballate rispetto alla realtà, con alcuni giocatori del tutto acquistabili che su FM 2016 diventano novelli Neymar, e considerati incedibili dai propri club di appartenenza, che ci chiederanno un vero e proprio sproposito per lasciarli partire. Questo resta un vecchio vizietto che sembra proprio difficile da debellare. Così come le conferenze stampa, troppo piatte e noiose, e i giocatori che si dimostrano troppo spesso scontenti e smaniosi di cambiare aria.

football-manager-2016(2)

Enorme anche la mole di lavoro che vi toccherà, se vorrete, sotto il profilo squisitamente tecnico-tattico: preparare la squadra, addestrare i singoli giocatori con allenamenti specifici, scegliere la formazione e il sistema di gioco migliore sono tutti elementi che potrete studiare fino al minimo e più maniacale dettaglio. E i risultati del vostro lavoro, se fatto in modo corretto, lo vedrete poi sul campo, quando la vostra squadra vi ripagherà a suon di vittorie. Passi in avanti rispetto alla vecchia versione sono stati fatti anche nella simulazione della partita: non aspettatevi giocatori animati alla perfezione o una grafica da sballo, ma siamo comunque su livelli discreti e decisamente migliori rispetto al passato. L’interfaccia ha subito qualche ritocco, ma resta molto chiara e facilmente fruibile, soprattutto per gli esperti del gioco. Questo Football Manager 2016 rappresenta il solito gioiello manageriale che farà felici i patiti del calcio. Non introduce grossi elementi di novità o migliorie rispetto alle precedenti edizioni, ma si conferma il top nel genere.

PRO

  • Enorme database e possibilità di scelta
  • Calciomercato appassionante
  • Piacevole novità rispetto alla scorsa edizione
  • Migliorie nella simulazione del match

Contro

  • Qualche valore di mercato sballato
  • Conferenze stampa noiose
  • Giocatori troppo spesso scontenti
8.8

Molto buono

Gli spetta per acclamazione (si fa per dire...) l'ingrato compito di dirigere Videogiocare.it. Cresciuto a pane e Commodore 64, riscopre la passione per i videogames proprio quando pensava fosse finito il tempo di giocare. Il suo motto preferito è: "Non prendere la vita troppo sul serio, tanto non ne uscirai vivo!"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono indicati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Lost Password