Gran Turismo Sport – Recensione

PS4
Acquista su Amazon

Autunno, tempo di sport. O di presunti tali, visto che confesso di non sapere precisamente quanto le corse automobilistiche siano davvero considerabili sport, nonostante i giochi dedicati ad essi rientrino comunque nel genere “sportivo”. In ogni caso in questo periodo, come da tradizione, oltre i vari FIFA e PES tornano spesso anche i nuovi titoli di brand automobilistici. E così, dopo l’ottimo Forza Motorsport 7, è tempo di buttarci anche su questo attesissimo Gran Turismo Sport che, come annuncia il claim, si presenta come “Il vero simulatore di guida“. Sarà così?

Gran Turismo Sport Recensione

Il vero simulatore di guida?

Dicevamo del claim che accompagna il gioco: “The real driving simulator”, ossia “Il vero simulatore di guida“. Al di là dell’essere o no veritiera questa “autoproclamazione”, quello che possiamo dire fin da subito è che effettivamente Gran Turismo Sport sembra una simulazione spinta ai massimi livelli.
La primissima sensazione infatti, una volta lanciato il gioco e scesi in pista, è che effettivamente il gioco punti ad una simulazione pura, senza concedersi nessuna sbandata verso il lato arcade.

In realtà  però, dopo pochi minuti,  ci si accorge subito che gli errori in fase di guida non vengono puniti in modo altrettanto simulativo. Se ad esempio vi scontrerete a tutta velocità contro un muro o contro un’altra vettura, quello che otterrete al massimo sarà qualche ammaccatura o qualche strisciata di vernice sulla vostra auto o su quella del vostro avversario, che continuerà beatamente nella propria traiettoria di guida come se non fosse accaduto assolutamente nulla, in barba a chi si aspetta un’intelligenza artificiale che sia finalmente migliorata rispetto a quella vista nei precedenti capitoli.

Un vero peccato poi anche per avere un’identità precisa del gioco, perché così facendo, nel tentativo di non essere poi così tanto simulativo, alla fine Gran Turismo Sport finisce per essere nè carne e nè pesce.

Gran Turismo Sport Recensione

Tanto online e poco single player

Le modalità che troviamo in Gran Turismo Sport sono davvero tante, ma anche in questo caso ci è sembrata più una ricchezza di facciata, piuttosto che una sostanza vera e propria. Il gioco infatti, dopo un lunghissimo tutorial (le classiche Patenti), propone purtroppo poche cose interessanti per le modalità single player, che di fatto si risolve semplicemente, sia nella modalità Campagna (completamente assente invece una modalità Carriera) che in quella Arcade (unica accessibile se la console è offline) , in una serie di gare fine a se stesse. Tutte le sfide infatti sembrano esse stesse un tutorial per prepararci in realtà alla modalità online, vero cuore pulsante di questo Gran Turismo Sport.

Tutto questo, inoltre, fa capire che l’attesissimo e mai uscito Gran Turismo 7 sarà ancora più difficile da vedere finalmente realizzato, vista la difficoltà per riuscire a mettere le mani su questo capitolo che, lo ripetiamo, sembra una versione “di prova” prettamente indirizzata verso l’online.

Gran Turismo Sport Recensione

Lo so, a questo punto della recensione vi starete chiedendo: tutto male quindi? Un gioco da buttare?

Assolutamente no: ora che ci siamo tolti i sassolini dalla scarpa, possiamo passare più felicemente ai lati positivi del gioco. Primo fa tutti il lato tecnico, che personalmente mi ha soddisfatto appieno: il gioco è graficamente davvero bellissimo, e molto piste (io ne ho contate 27 in totale) godono di ambientazioni davvero riuscite. Anche le vetture, nonostante il gioco non offra un parco automobilistico paragonabile a quello di Forza Motorsport 7, sono comunque presenti in numero discreto e sono tutte ricreate alla perfezione.

Anche la modalità online è risultata a conti fatti davvero divertente ed appagante, e le concessioni che vengono fatte all’aspetto più simulativo rendono le corse tutto sommato più aperte e divertenti. Certo, sappiamo che molti di voi probabilmente si lamenteranno per la poca cura che gode il single player rispetto alla parte online del gioco, ma non possiamo non segnalare l’ottimo lavoro di Polyphony Digital da questo punto di vista.

Gran Turismo Sport Recensione

Gran Turismo è tornato, ma con un cuore online

Gran Turismo Sport ci ha convinto, risultando un gioco tutto sommato divertente, nonostante sia penalizzato da alcuni difetti evidenti. Il titolo sembra una prova generale per quel Gran Turismo 7 che, a conti fatti, appare però ancora davvero lontano.  Il gioco Polyphony Digital infatti offre un buon comparto tecnico, tanto divertimento online e vetture ottimamente riprodotte, ma ha davvero pochi contenuti per la modalità single player, oltre a soffrire di alcuni difetti relativi ad un sistema di scontro irreale sia con gli avversari che con gli elementi della pista, e ad un’intelligenza artificiale delle altre vetture quasi assente che sono difficilmente digeribili nel 2017. Un gioco che ci sentiamo di consigliare  principalmente ai fan sfegatati del brand e a tutti quelli che si divertono principalmente online, mentre a tutti gli altri consigliamo di provarlo prima di decidere per un eventuale acquisto.

Pro

  • Piste davvero belle
  • Tante vetture, perfettamente riprodotte
  • Gare online divertenti

Contro

  • Single player troppo povero
  • Sistema di scontri irreale
  • Richiede la connessione internet per quasi tutte le modalità
7.8

Discreto

Gli spetta per acclamazione (si fa per dire...) l'ingrato compito di dirigere Videogiocare.it. Cresciuto a pane e Commodore 64, riscopre la passione per i videogames proprio quando pensava fosse finito il tempo di giocare. Il suo motto preferito è: "Non prendere la vita troppo sul serio, tanto non ne uscirai vivo!"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi richiesti sono segnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Lost Password