Jump Force: i personaggi di Bleach si aggiungono al roster del gioco

Jump Force: i personaggi di Bleach si aggiungono al roster del gioco

NOTIZIE VIDEOGIOCHI – BANDAI NAMCO Entertainment Europe ha svelato oggi tre nuovi personaggi giocabili dalla serie manga Bleach e un nuovo stage per Jump Force, in uscita nel 2019 su PC, PS4 e Xbox One.

Ad unirsi al roster di Jump Force– titolo che vede i più celebri eroi e villain della cinquantennale storia dell’iconico Weekly Shonen Jum di Shueisha – sono tre personaggi di Bleach: Ichigo, Rukia e Aizen.

Bleach segue la storia del teenager Ichigo Kurosaki, che eredita i poteri di uno Shinigami, nel suo ruolo di difensore e protettore degli umani dagli spiriti malvagi.

I 3 personaggi giocabili sono:

Ichigo Kurosaki –Una volta un semplice studente con l’abilità di vedere i fantasmi, Ichigo è diventanto uno degli Shinigami più forti di sempre dopo il suo incontro con un Hollow, un essere spettrale che ha cercato di ucciderlo.

Rukia Kuchiki – Rukia è un Soul Reaper di una nobile famiglia specializzato nel Kido (la magia dei Soul Reaper). La sua spada ghiacciata è considerata una delle spade più belle della Souls Society.

Sōsuke Aizen – Capitano della Gotei 13, Aizen è un uomo misterioso. Calmo alla prima apparenza, dietro questa sua serenità si cela uno dei più abili membri della Soul Society.

Vi ricordiamo che Jump Force include i più celebri franchise manga e anime, inclusi DRAGON BALL Z, ONE PIECE, NARUTO e tanti altri. I giocatori potranno creare il loro tag team dei sogni selezionando 3 personaggi e lanciarsi in furiosi combattimenti in arene tratte dal mondo reale, come Time Square a New York o il Cervino sulle Alpi. Utilizzando l’Unreal Engine 4, JUMP FORCE porta tra noi questi titani della cultura pop giapponese rendendoli ricchi di dettagli realistici.

Webmaster secoli fa di AniGames.it e PlayNow.it, ora fondatore di Videogiocare.it. Appassionato di tecnologia in generale e videogiochi in particolare, inizia il cammino di gamer con una introvabile Irradio TVG 888, per poi innamorarsi completamente del Commodore 64. Il resto è storia. Il suo motto è: "Questo è un problema per il Fabio del futuro".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono indicati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Lost Password