Man of Medan – Recensione PS4, Xbox One, PC

PC PS4 XBOX
Acquista su Amazon

Until Dawn, nonostante fosse un gioco infarcito all’inverosimile di tutti gli stereotipi tipici dei film horror americani (la casa nel bosco, il variopinto gruppo di amici in vacanza, lo psicopatico con la maschera, etc), era comunque riuscito a divertirmi.

Da fan delle avventure di David Cage gioco sempre con molto interesse le avventure basate sulla trama e sulle scelte da prendere, consapevole del fatto che si tratta di un genere di videogiochi molto particolare, e non adatta a tutti.

È per questo che, quando è arrivato il codice review per Xbox One di questo Man of Medan, memore delle ore di divertimento con Until Dawn, mi sono tuffato con un discreto piacere nella nuova avventura firmata Supermassive Games.

Un horror da antologia

Man of Medan è il primo titolo della The Dark Pictures Anthology, una serie di avventure horror autoconclusive. Non si tratta quindi del primo episodio di una luna storia (nonostante la durata possa far pensare a questo…), ma di un gioco completamente indipendente.

Man of Medan, quindi, ha una trama ben precisa che si conclude definitivamente nei titoli di coda. Come sapete, per una precisa linea editoriale, noi di Videogiocare.it evitiamo accuratamente cenni approfonditi alla storia di un gioco per evitare il rischio spoiler. Ci limiteremo quindi a dirvi che anche in questo nuovo titolo i ragazzi di Supermassive Games hanno riproposto il tema, evidentemente a loro caro dopo Until Dawn, del gruppo di amici in vacanza, stavolta impegnati in immersioni subacquee che, nemmeno a dirlo, riserveranno più di una sorpresa.

La formula è esattamente la stessa che ormai conosciamo bene: una storia ricca di dettagli e ben recitata da tutti i personaggi, tantissimi bivi e tante scelte da prendere, finali multipli ed una altissima rigiocabilità.

A tutto questo va poi aggiunto un ricco comparto multiplayer che ci permetterà di giocare in due modalità extra: una insieme ad un altro giocatore online, e un’altra chiamata “Modalità Serata al Cinema”, da vivere insieme agli amici davanti la TV.

Questa modalità, in particolare, in cui ogni giocatore sceglierà il proprio personaggio e prenderà le scelte del proprio alter ego, si è mostrata particolarmente riuscita e divertente da giocare con amici.




Una strada sicura

Abbiamo impiegato davvero poco a terminare la modalità single player di Man of Medan: sono bastate infatti circa 6 ore per arrivare ai titoli di coda. La durata ridotta è però controbilanciata da alcune caratteristiche di cui non si può non tenere conto: l’alta rigiocabilità offerta dei finali multipli, le interessanti modalità multiplayer e, dulcis in fundo, il prezzo ridotto a cui viene venduto il gioco (di listino il nuovo titolo di Supermassive Games costa infatti 29,99 euro, ma le offerte sono dietro l’angolo).

Se quindi è possibile (parzialmente) chiudere un occhio della durata limitata del gioco, quello che invece non ci ha convinto completamente è proprio la storia, punto cruciale dei titoli di questo genere.




Man of Medan infatti propone una trama sicuramente mai noiosa, ma priva di quel mordente e di quei colpi di scena davvero esplosivi che caratterizzano  titoli simili (basi pensare a Detroit: Become Human, del mai lodato abbastanza David Cage). Anche le scelte da prendere, spesso, non hanno quel pathos e quel peso che abbiamo conosciuto e amato nei titoli firmati Quantic Dreams.

In conclusione Man of Medan è un titolo sicuramente piacevole da giocare, che garantisce una buona dose di divertimento per tutti appassionati di titoli horror in general e delle avventure interattive in particolare. Sicuramente però i ragazzi di Supermassive Games dovrebbero avere il coraggio di osare di più nei prossimi titoli che arriveranno ad arricchire la The Dark Pictures Anthology.

Per gli amanti delle avventure horror

Man of Medan inaugura la The Dark Pictures Anthology con un titolo che garantisce una buona dose di divertimento per tutti gli amanti delle avventure horror, in particolare per quella fetta di pubblico che ama i titoli basati quasi completamente sulla trama e sulle scelte da prendere. Peccato per una durata davvero breve (solo 5-6 ore) e per una storia che, per quanto interessante, non riesce mai a stupire o sorprendere con colpi di scena davvero memorabili. A controbilanciare, però, ci pensano un ottimo comparto multiplayer (in particolare la riuscita Modalità Cinema) e il prezzo ridotto a cui viene venduto.

PRO

  • Avventura piacevole e divertente
  • Ottima recitazione dei personaggi in italiano
  • Modalità Serata al cinema riuscita
  • Prezzo ridotto

Contro

  • Trama priva di momenti memorabili
  • Troppo breve
  • Molte zone tutte uguali tra loro
7.5

Buono

Cresciuto a pane e Commodore 64, riscopre la passione per i videogames proprio quando pensava fosse finito il tempo di giocare. Il suo motto preferito è: "Non prendere la vita troppo sul serio, tanto non ne uscirai vivo!"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono indicati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Lost Password