Naruto Ultimate Ninja Storm 4 – Recensione

PC PS4 XBOX ONE

IL PRIMO DOPO LA FINE

Bandai Namco e Cyberconnect 2, di nuovo insieme, tirano fuori dal cilindro il sesto (e probabilmente l’ultimo) capitolo della saga Ninja Storm. Forti della conclusione (circa un anno fa) dell’epopea giapponese di Naruto, gli sviluppatori propongono il loro picchiaduro basando lo story mode sulle epiche e roboanti gesta finali dei protagonisti dell’acclamatissimo anime. Se per gli appassionati della saga videoludica è una manna, perchè non saranno costretti a sorbirsi lunghi filmati con interminabili recap degli accadimenti precedenti, per chi si avvicina per la prima volta a questo titolo sarà molto difficile seguire il filo della storia che ci conduce attraverso il videogioco. Non voglio entrare nel dettaglio della trama per evitare qualsivoglia spoiler (ci pensa già il videogame), ma possiamo dire che gli eventi che fanno da sfondo a Naruto Ultimate Ninja Storm 4 si riferiscono all’ultima parte della Grande Guerra Ninja. Il giocatore impersona il Primo Hokage e dopo un’introduzione “a cura di” Madara Uchiha e Hashirama, la narrazione ci porterà a fondo, tra presente e passato, nella vita dell’antagonista Obito Uchiha.

Naruto-Ultimate-Ninja-Storm-4_01

Videogiocare un anime

I ragazzi della Cyberconnect portano il loro inconsueto picchiaduro al livello next-gen. Forti di poter sfruttare la potenza dei moderni PC gaming e delle nuove console, si lasciano andare (ma non troppo) a un lavoro davvero ottimo di miglioramento grafico e tecnico della loro collaudata formula.
Alle meccaniche di combattimento, già molto buone e coinvolgenti nei precedenti capitoli, si aggiungono le tecniche elementali (fuoco e acqua sono i veri protagonisti all’interno della battaglia) e la possibilità di creare combo cooperative con i personaggi che fanno da spalla al protagonista. La cura però non si limita ai colpi o al numero degli stessi, infatti i danni subiti si riflettono anche sulle condizioni degli abiti che si rompono, consumano o bruciano.
La parte grafica è la peculiarità della saga Ninja Storm: personaggi, sfondi e arene sono delle vere pennellate in stile asiatico e sono curati a tal punto da dare un continuità grafica quasi senza scossoni tra gameplay e filmati narrativi. Miscelando i colpi e i colori e le gesta guerriere, ci ritroviamo ad assistere a esplosioni di suoni e colori pari a quelle create per raccontare il finale della storia originale.

Naruto-Ultimate-Ninja-Storm-4_02

Il roaster dei guerrieri è davvero extra large: 97 personaggi di base più altri sbloccabili danno la dimensione dello sforzo profuso dai creatori. Il comparto audio, se lasciato in giapponese con i sottotitoli, crea un’immersività tale da ritrovarsi a giocare una sorta di anime interattivo. I pochi difetti di framerate riscontrati nei momenti più concitati non possono in alcun modo intaccare un prodotto che vale il prezzo che costa. Anche la trama, più facile per gli addicted, può essere lasciata in secondo piano rispetto all’estetica del gioco in quanto tale. In una fetta di mercato videoludico che tende ad appannarsi, Ninja Storm 4 tenta un colpo di coda provando a proporre una notevole variazione sul tema.
Naruto Ultimate Ninja Storm 4, come già scritto, è l’ultimo capitolo della saga Ninja Storm creata dai ragazzi della Cyberconnect 2, ma è anche il primo gioco uscito dopo la conclusione del anime disegnato da Masashi Kishimoto e “rimediato” su tutti i mezzi di intrattenimento conosciuti. La storia di Naruto è durata circa 15 anni e ha appassionato milioni di estimatori in tutto il mondo; molti di questi sono passati dall’adolescenza all’età adulta seguendo avidamente le chine dell’autore giapponese e probabilmente aspettavano con trepidazione anche la conclusione in chiave videoludica. Bandai Namco rilascia questo titolo sapendo di aver ottenuto dagli sviluppatori il meglio e mostrando al mondo quanta passione, quanto amore e quanta professionalità sono stati infusi in questo ultimo lavoro.

Pro

  • Spettacolari momenti di comattimento
  • Il Combat system è entusiasmante

Contro

  • Qualche problemino di frame rate
  • La trama non è di facile comprensione per i neofiti
8.1

Bello

Svezzato a NES, cresciuto a PlayStation e Xbox e sfamato a PC gaming. Ha accolto con entusiasmo il progetto videogiocare.it. Purtroppo spesso non è d’accordo con il pensiero generale riguardo i giochi, ma qualcuno deve pur cantare fuori dal coro. Il suo motto è: “Bisogna prestare poca fede a quelli che parlano molto”. Oh, non lo ha detto lui, ma Catone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi richiesti sono segnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Lost Password