Project xCloud al via in Italia dalla prossima settimana su smartphone e tablet Android

Project xCloud al via in Italia dalla prossima settimana su smartphone e tablet Android

Xbox ha annunciato la nuova fase del proprio impegno pluriennale per consentire a un numero sempre maggiore di giocatori in tutto il mondo di accedere a Project xCloud. Come anticipato il 7 aprile, l’azienda è al lavoro affinché la preview di Project xCloud sia disponibile su Android in Europa Occidentale.

In questi minuti è stato annunciato che, a partire da oggi, verranno inviati i primi inviti alla preview in Germania, Francia e Paesi Bassi e che, dalla prossima settimana, cominceranno ad arrivare anche ai giocatori in Belgio, Danimarca, Finlandia, Irlanda, Italia, Norvegia, Spagna e Svezia.

Di seguito la dichiarazione di Catherine Gluckstein, GM & Head of Product di Project xCloud, sulla scelta di lanciare la preview di Project xCloud in Europa Occidentale:

“In collaborazione con il team di Microsoft Azure, stiamo monitorando attivamente l’impatto del COVID-19 sulle prestazioni di internet in Europa Occidentale e crediamo di poter procedere con il lancio dell’anteprima di Project xCloud all’interno della regione in maniera responsabile, utilizzando misure graduali. Infatti, abbiamo deciso di adottare un approccio ponderato per ogni Paese, inizialmente consentendo l’accesso a un numero limitato di partecipanti per poi aumentarne il numero nel corso del tempo, per evitare di sovraccaricare indebitamente la larghezza di banda del Paese. Siamo davvero entusiasti che nuovi giocatori in Europa Occidentale possano unirsi al divertimento, provare Project xCloud e contribuire a creare il futuro dello streaming dei videogiochi.”

I residenti all’interno degli 11 Paesi dell’Europa Occidentale menzionati sopra che desiderano partecipare alla preview di Project xCloud per Android possono registrarsi a questo link.

Di seguito i requisiti fondamentali per essere ammesso all’anteprima:

  • Un Account Microsoft e un Xbox gamertag. Se al momento non disponi di un Account Microsoft o di un Xbox gamertag, puoi crearne uno al seguente link.
  • Uno smartphone o tablet Android con sistema operativo Android 6.0 o versioni successive con Bluetooth versione 4.0.
  • Un controller wireless per Xbox One abilitato per il Bluetooth.
  • Accesso a Wi-Fi o connessione dati mobile che supporti una velocità di download di 10Mbps, simile al video streaming. Se si utilizza una connessione Wi-Fi, si consiglia una connessione a 5Ghz.

Se si è in possesso dei criteri descritti, è possibile registrarsi alla preview di Project xCloud.

Alcuni rapidi promemoria:

  • È importante ricordare che Project xCloud è una tecnologia e che queste prove costituiscono un’opportunità per testarla e migliorarla, raccogliendo il feedback degli utenti.
  • È fondamentale per Xbox che i giocatori prendano parte a questo viaggio per poter imparare da loro e dalle loro esperienze in un’ampia varietà di contesti d’uso e scenari del mondo reale. Operando in questo modo Xbox potrà offrire un prodotto adatto alle esigenze di tutti gli appassionati.
  • A causa dell’impatto sulla larghezza di banda e del sovraccarico delle reti nazionali dovuto al grosso volume di persone che sono a casa, Xbox sta adottando un approccio ponderato e responsabile per aiutare a garantire l’accesso a Internet, includendo inizialmente solo un numero limitato di persone nell’anteprima e coinvolgendo altri giocatori nel corso del tempo.
  • Trattandosi di un’anteprima tecnica il cui obiettivo è apprendere dai giocatori, potresti potenzialmente incontrare bug o altri problemi tecnici durante il processo di perfezionamento della tecnologia. Ti ringraziamo in anticipo per la tua pazienza e comprensione.
Svezzato a NES, cresciuto a PlayStation e Xbox e sfamato a PC gaming. Ha accolto con entusiasmo il progetto videogiocare.it. Purtroppo spesso non è d’accordo con il pensiero generale riguardo i giochi, ma qualcuno deve pur cantare fuori dal coro. Il suo motto è: “Bisogna prestare poca fede a quelli che parlano molto”. Oh, non lo ha detto lui, ma Catone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono indicati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Lost Password