Star Wars Battlefront – Recensione

PC PS4 XBOX ONE

FARE O NON FARE, NON C’E’ PROVARE!

A poche settimane dal ritorno al cinema della saga creata da George Lucas, ecco arrivare sulle nostre macchine da gioco il titolo targato EA dedicato al mondo di Star Wars. DICE e Electronic Arts hanno avuto l’onere di creare un’apripista al tanto atteso ritorno dei personaggi della saga e, come mercato comanda, hanno cercato di creare un prodotto che si rivolgesse al maggior numero di fan possibile. Forse per evitare polemiche da parte dei più accaniti proseliti, gli sviluppatori, in accordo con i piani alti della Disney, hanno tralasciato la campagna in single player scegliendo come spina dorsale del gioco la modalità multiplayer. Abbiamo a disposizione 16 scenari possibili, divisi equamente tra i 4 pianeti ricreati per questo titolo e possiamo giocarli a tre livelli di difficoltà crescente. Potremmo dire che le modalità in solitario sono sostituite dai tutorial, missioni create per il solo scopo di insegnarci a giocare e prepararci a scendere nell’affollatissima “Arena” pensata dai ragazzi della DICE. Tuttavia ci sembra che manchi un pezzo essenziale per considerare completo un gioco così importante nel panorama contemporaneo. Sin dall’inizio Star Wars Battlefront si presenta in maniera semplice e chiara: le classi dei personaggi sono di facile gestione e si basano su una serie di Star Card e di potenziamenti che possiamo miscelare a nostro piacimento. Abbiamo a disposizione 11 armi nettamente diverse fra loro, sia per facilità d’uso che per potenza distruttiva, e la possibilità di raccogliere armi speciali e potenziamenti durante il gioco stesso (basta passarci sopra!). I 6 personaggi in cerca d’autore, tutti con le loro proprie abilità, protagonisti di questo capitolo sono i mitici Luke Skywalker, Han Solo , Leila (Ribelli!) Boba Fett, Darth Vader e l’imperatore Palpatine (Imperiali!) in persona.

Star Wars Battlefront_04

Percepisci, non pensare!

Star Wars Battlefront è la celebrazione del mondo creato da Lucas. La DICE ha fatto un lavoro incredibile, ricreando anche nel più piccolo dettaglio l’atmosfera che si respira guardando i film della saga. I nostri sei protagonisti sono i personaggi che hanno reso immortali le avventure dei ribelli intergalattici. Tutti questi ingredienti aumentano incredibilmente il fascino di questo titolo a pochi giorni dall’uscita del primo capitolo della nuova trilogia di Star Wars. Rivolgendosi a una fetta di mercato più ampia, gli sviluppatori hanno semplificato moltissimo il game play quasi cambiando lo scopo del gioco; infatti, anche senza prestare troppa attenzione alle “regole”, la nostra sete di battaglia, sia di ribelle o di imperiale, viene saziata dalla possibilità di fulminare con i nostri laser tutto ciò che si muove davanti a noi. Come già anticipato, la modalità multiplayer è al centro di Battlefront e le opzioni di gioco sono varie: Assalto Camminatori, Caccia all’Eroe e Fighter Squadron. Nella prima modalità ci dovremo misurare in un “tutti contro tutti”: 8 giocatori, un terreno di scontro, ma a turno tutti i giocatori, dovranno assumere i panni dell’eroe e cercare di compiere più uccisioni di tutti. Fighter Squadron ci porta in aria, nel mezzo delle epiche battaglie aeree cui abbiamo assistito anche nei film. Interessante è la possibilità, avanzando di livello, di sbloccare sia il veicolo dei Boba Fett, sia l’indimenticabile Millennium Falcon.

Star Wars Battlefront_09Caccia all’eroe è la novità più invitante, anche se ci riporta alla mente Juggernaut di Halo, dove un giocatore è nei panni dell’eroe mentre gli altri gli danno la caccia. Chi riesce a prenderlo si trasforma a sua volta nell’eroe e diventa preda degli altri; vince ovviamente chi colleziona più uccisioni. Rimango comunque incerto sul giudizio di questo titolo: da un lato devo riconoscere l’enorme sforzo fatto per restituirci Star Wars a portata di pad, dall’altro rimangono evidenti le mancanze rispetto al game play e alle modalità in cui è possibile godere di questa avventura. Non è uno sparatutto classico – perché non ha la profondità dei suoi diretti concorrenti (forse troppo facile e ha poche mappe da giocare) – manca di una campagna solitaria – vuoto difficile da riempire – e la delusione più grande è quella di potersi addestrare e imparare a sfrecciare alla guida di speeder bike senza poterlo fare poi on line. Detto questo per gli amanti del genere è una vera delizia per gli occhi e per le orecchie. Trovarsi a camminare nei territori e in mezzo a macchine e creature che abbiamo imparato ad amare è impagabile. La qualità dell’audio e della colonna sonora è degna di un colossal cinematografico, ma rimane un senso di inafferrabile incompiutezza.

Pro

  • Graficamente impeccabile
  • Gli effetti sonori sono degni dei film
  • Le ambientazioni sono eccezionali

Contro

  • Non aggiunge niente ai giochi di genere
  • Manca la modalità storia
8

Bello

Svezzato a NES, cresciuto a PlayStation e Xbox e sfamato a PC gaming. Ha accolto con entusiasmo il progetto videogiocare.it. Purtroppo spesso non è d’accordo con il pensiero generale riguardo i giochi, ma qualcuno deve pur cantare fuori dal coro. Il suo motto è: “Bisogna prestare poca fede a quelli che parlano molto”. Oh, non lo ha detto lui, ma Catone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi richiesti sono segnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Lost Password