The Legend of Zelda: Twilight Princess HD – Recensione

Wii U

TORNA IN HD IL CAPITOLO PIU’ ADULTO DI ZELDA

Ogni volta che deve uscire un nuovo The Legend of Zelda, si sa, è un evento: si tratta, insieme a quella di Super Mario, di una delle serie più longeve e di maggior successo sulle console Nintendo. Forse stavolta, trattandosi di un remake  (la prima versione è uscita ben 10 anni or sono su Gamecube e Wii) , l’attesa non è probabilmente ai livelli di un capitolo completamente nuovo, ma in ogni caso moltissimi fan lo stavano giustamente aspettando ed ecco che su Wii U arriva finalmente The Legend of Zelda: Twilight Princess HD, e noi siamo pronti ad immergerci nuovamente  in uno dei capitoli più “dark” e maturi della saga di The Legend of Zelda.

C’è  però da fare una premessa che avevamo già sottolineato in fase di anteprima: paradossalmente, trattandosi di un capitolo che all’epoca proponeva una grafica più matura ed evoluta, questo The Legend of Zelda: Twilight Princess in versione HD non ha lo stesso impatto della versione HD del più vecchio The Legend of Zelda: Wind Waker. Questo è presto spiegato dal fatto che mentre The Wind Waker aveva una grafica cartoon che si prestava benissimo ad una versione rimasterizzata il HD, per Twilight Princess purtroppo l’impatto visivo è meno riuscito, è nonostante l’ottimo lavoro di upscaling a 1080p e di un nuovo gioco di luci ed illuminazioni (davvero riuscito),  i modelli poligonali rimangono di base gli stessi di 10 anni fa e risultano quindi oggi piuttosto grezzi (alcuni visi di personaggi secondari, ad esempio, sembrano alternarsi tra il sembrare caricature e marionette). E’ vero che 10 anni fa questa caratterizzazione dei personaggi era stata anche una precisa scelta stilistica, ma oggi, in HD, alcuni volti (specie quelli dell’iniziale villaggio di Tauro) fanno davvero sorridere. Per fortuna tutto questo vale molto meno per i visi principali, come Zelda e, ovviamente, Link.

zelda-twilight-princess

Inoltre la Nintendo è stata davvero molto brava a farcire il nuovo capitolo di interessanti novità: ad iniziare dall’utilizzo degli amiibo, che posso aiutarci nei momenti più difficili dell’avventura donandoci cuori o frecce (o, nel caso dell’amiibo di Ganondorf, rendendolo invece più difficile), e proseguendo con l’ottimo utilizzo del gamepad del Wii U che ci permette di gestire in modo estremamente comodo il nostro inventario, di tenere sempre sott’occhio la mappa e di trasformarci molto più velocemente in lupo.
Inoltre sono state modificate anche alcune caratteristiche del gioco originale criticate dagli utenti, come il numero di gocce di luce da recuperare nelle varie zone  per riportare dallo statio di tenebra a quello della luce, che ora da 16 passa a 12 per  rendere questa fase meno noiosa di quanto fosse nel titolo originale.

zelda-twilight-hd

UNA STUPENDA FAVOLA DALLE TINTE DARK

Superato lo scoglio iniziale della grafica (fortunatamente meno evidente con il progredire dell’avventura grazie alla trasformazioni in lupo leggermente “cartoon” e quindi molto più gradevole in HD, e grazie anche agli scenari rimasti comunque sempre affascinanti e resi ancora più belli dai nuovissimi effetti di luce) tuffarsi in The Legend of Zelda: Twilight Princess HD fa scoprire tutti i pregi che, dieci anni fa, l’anno reso uno dei titoli più acclamati da critica e pubblico. La storia è sempre estremamente intrigante ed affascintante, l’ambientazione cattura e trascina il giocatore in un mondo fiabesco ma dalle forti tinte dark, decisamente poco comuni nella serie di The Legend of Zelda.

Giocando inoltre più a lungo rispetto alla fase di anteprima abbiamo anche riscoperto tutte le meccaniche geniali che rendono così bello giocare a The Legend of Zelda: Twilight Princess, ad iniziare dalle dinamiche di gioco e proseguendo con le strutture dei dungeons, impegnativi ma senza essere risultare mai frustranti.

zelda-twilight-princess(1)

The Legend of Zelda: Twilight Princess è un capitolo della saga di Zelda assolutamente unico nel suo genere, e questo lo rende un episodio imperdibile per i fan della serie.  Inoltre questo remaster in HD rappresenta una fantastica occasione sia per potersi tuffare nuovamente in un’epica avventura e tornare in un mondo estremamente affascinante (del resto sono passati 10 anni e molte cose, almeno per noi, erano dimenticate) sia per permettere a chi non l’ha mai giocato di poterlo fare in una versione HD al passo dei tempi. Rimane solo l’amaro in bocca per i modelli poligonali che, rimanendo di base gli stessi di 10 anni fa, oggi risultano purtroppo un pò obsoleti, ma probabilmente per un risultato migliore il lavoro da fare ex-novo sarebbe stato davvero troppo.

Pro

  • Lo stesso, indimenticabile capolavoro di 10 anni fa
  • Storia e atmosfera sono invecchiate benissimo
  • Splendida occasione per giocarlo per la prima volta o per rigiocarlo

Contro

  • L'impatto grafico iniziale non è dei migliori ed i poligoni risultano obsoleti
9

Da non perdere

Webmaster secoli fa di AniGames.it e PlayNow.it, ora fondatore di Videogiocare.it. Appassionato di tecnologia in generale e videogiochi in particolare, inizia il cammino di gamer con una introvabile Irradio TVG 888, per poi innamorarsi completamente del Commodore 64. Il resto è storia. Il suo motto è: "Questo è un problema per il Fabio del futuro".

3 Commenti

  1. Che dire…. CAPOLAVORO.

    Rispondi
  2. Ho amato il capitolo su Gamecube, e lo comprerò sicuramente!

    Rispondi
  3. E adesso si gioca……

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi richiesti sono segnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Lost Password