The Sims 4 Vita Universitaria – Recensione

PC PS4 XBOX ONE
Acquista su Amazon

Fin da quando, da piccolo, giocavo sul mio fedele Commodore 64 con Skool Daze (o Scuola Pazza, come si chiamava nelle cassette che trovavi in edicola), ho sempre avuto un debole per i giochi ambientati nelle scuole.

Se a questo unite la mia passione per The Sims, ingiustamente etichettato come “gioco da femmina”, potete capire perché ho sempre guardato con interesse le espansioni a tema scolastico.

E così, dopo aver giocato davvero tanto a “Vita Universitaria” su The Sims 3 (si, il nome dell’espansione è lo stesso…), è con molto piacere che mi sono tuffato a giocare anche a questa nuova versione, stavolta ovviamente in The Sims 4.

Pronti per tornare tra i banchi di scuola, seppur tra quelli più adulti delle università?

C’è sempre da imparare

Con la nuova espansione Vita Universitaria,  i nostri Sims, nemmeno a dirlo, si possono iscrivere all’università per avere successo nelle carriere di ingegneria, istruzione e legge. Oltre i corsi universitari, sarà possibile vivere esperienze accademiche e partecipare a numerosissime attività extracurricolari.

Potremo infatti scoprire la robotica, giocare a ping pong, o, come nella più classica delle tradizioni americane, giocare qualche brutto scherzo all’università rivale. A noi la scelta se essere studenti modello e avere buoni voti per riuscire al meglio nella successiva carriera lavorativi, o goderci al massimo i tanti divertimenti che, ovviamente, ci distrarranno dallo studio.

All’inizio dell’espansione potremo scegliere tra due università: la storica e prestigiosa Università di Britechester, oppure il più moderno Istituto di Foxbury. Sarà in ogni caso possibile, qualora si abbia il classico ripensamento di aver scelto la scuola sbagliata, passare da un’università all’altra.

Accanto a corsi di studio più tradizionali come i corsi di biologia, di informatica o di storia dell’arte, il gioco offre anche corsi decisamente più originali come la già citata robotica, o altri quasi assurdi come il corso di malvagità.

Vita Universitaria ci permette numerose attività per migliorare i nostri voti: scrivere tesine, partecipare a presentazioni e conferenze, frequentare le lezioni e così via, in un modo del tutto simile a quanto già visto nella stessa espansione in The Sims 3.

Quando però frequenteremo lezioni o conferenze, tornano anche quelli che in gergo vengono definiti i Rabbit Hole, odiatissimi da molti appassionati di The Sims: non sarà infatti possibile seguire il nostro Sim nel corso della lezione, ma dovremo semplicemente aspettare che la lezione finisca, senza poterlo nemmeno vedere.

Oltre alle tante attività di studio, però, potremo comunque goderci tranquillamente la vita sociale dell’ateneo girando in bicicletta, giocando a pallone, partecipando a feste, arredando al meglio la nostra stanza, vivendo una nuova e intensa storia d’amore, o iscrivendoci ad una società segreta.

Insomma, di cose da fare in questa nuova espansione ne avremo davvero tante.

Gli esami non finiscono mai

La serie di The Sims e stato spesso accusata, specie con le nuove versioni 3 e 4, di proporre volutamente un gioco base abbastanza vuoto e scialbo, per poi guadagnare principalmente tramite le espansioni che, di volta in volta, arrivano per il gioco, rendendolo più ricco e vario.

Si tratta di una verità abbastanza oggettiva, inutile negarlo, ma è anche vero che questo metodo permette ai giocatori di non avere un gioco eccessivamente confuso e pesante (avete mai provato a giocare con tutte le espansioni attive? Davvero troppo carico e dispersivo…), e goderci invece solo gli aspetti che preferiamo.

Io ad esempio ho sempre giocato poco (non perché non valgano, ma semplicemente per un gusto personale) alle espansioni dedicate principalmente a feste e vita notturna, e ho  invece sempre mantenuto attive quelle in ambito scolastico o quelle dedicate ai viaggi.

Inutile dire che, per quanto questa espansione mi abbia ricordato forse troppo quella di The Sims 3, anche stavolta mi sono divertito tantissimo con le tante novità introdotte da Maxis e EA.

Si tratta sicuramente di una delle migliori espansioni, a livello contenutistico, disponibili per The Sims 4. Gli appassionati della serie in generale, e delle espansioni scolastiche in particolare, farebbero bene a non lasciarsi sfuggire Vita Univeristaria.

Una delle migliori espansioni di The Sims 4

Vita Universitaria ci riporta tra i banchi di scuola, seppur tra quelli più adulti dell’università, con una delle espansioni più divertenti e ricche, a livello di contenuti, per The Sims 4. Sono infatti davvero tantissime le attività da svolgere, sia scolastiche che extra scolastiche, all’interno della storica Università di Britechester o nel più moderno Istituto di Foxbury. Sarebbe stato bello forse trovare qualche novità in più, in particolare riguardo la possibilità di controllare o almeno vedere i nostri Sims a lezione, ma anche così questa nuova espansione è riuscita a divertirci davvero tanto. Gli appassionati non dovrebbero lasciarsela sfuggire per nessun motivo.

Pro

  • Tantissime le attività da svolgere
  • Tanti nuovi oggetti
  • Università ottimamente riprodotte
  • L'ambientazione scolastica ha sempre un fascino particolare

Contro

  • Qualche piccolo bug
  • Continua a non essere possibile vedere o controllare i Sims a lezione
8

Molto buono

Gli spetta per acclamazione (si fa per dire...) l'ingrato compito di dirigere Videogiocare.it. Cresciuto a pane e Commodore 64, riscopre la passione per i videogames proprio quando pensava fosse finito il tempo di giocare. Il suo motto preferito è: "Non prendere la vita troppo sul serio, tanto non ne uscirai vivo!"

1 Commento

  1. Mi sono appena abbonato a Origin Acces Premier per giocare a Jedi Fallen Order…ma volevo provare proprio Vita Universitaria.
    Ottimo 😉

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi richiesti sono segnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Lost Password