Toby: The Secret Mine – Recensione

PC

DAL “LIMBO” DEI RICORDI

Toby: The Secret Mine è un classico platform a scorrimento orizzontale condito da alcuni elementi puzzle style. Sviluppato da Lukas Navratil solo per PC, è chiaramente ispirato all’acclamato LIMBO. Anche la trama rimane nel solco della classicità: Toby, figura dalle sembianze di un diavoletto con una testa extra large, dovrà salvare i suoi amici rapiti e tenuti prigionieri. Tutto il gioco è creato con gusto minimalista, infatti sia le ambientazioni sia il gameplay sono abbastanza “poveri” e l’obbiettivo è quello di finire i livelli senza morire troppe volte e superare i rompicapo senza troppe imprecazioni. Il numero di mosse a disposizione del nostro eroe è molto limitato e questo ci permette di imparare in fretta ad affrontare gli ostacoli durante tutto il gioco. Tuttavia l’ottimo funzionamento dei controlli stessi e la buona scelta del susseguirsi di eventi rendono il gioco molto gradevole
toby-the-secret-mine_05

GIUDIZIO

Nonostante il continuo ricordarci un altro gioco, Toby è un titolo solido e divertente. Imitando, infatti, cerca di trasformarsi in qualcosa di più. Considerando che è stato sviluppato da un singolo programmatore con l’aiuto di un musicista e di un artista grafico, il lavoro è davvero ottimo. La differenza, infatti, sta proprio nei cambi cromatici e nella colonna sonora che rendono il gioco immersivo e avvolgente; in più Toby diventa un gioco tutto nuovo quando la fantasia di Lukas Navratil ci trasporta nel deserto e sulla neve. Come già detto nella presentazione i movimenti a disposizione sono davvero pochi ma rimangono fedeli al concept minimal datogli dal creatore: possiamo andare a destra, sinistra, saltare e interagire con alcuni oggetti dell’ambiente. 26 livelli ben miscelati ci metteranno di fronte a ostacoli di tipo puzzle e a livelli del genere trial&error; difficile dire, quindi, quanto possa durare l’esperienza di gioco dipendendo dalla bravura o meno del giocatore.
toby-the-secret-mine_06
Toby: The Secret Mine non è certo il più originale nel suo genere, ma ha classe e spunti molto divertenti. Aggiungerei poi che sono passati 4 anni dall’uscita di Limbo e ritrovarsi a giocare questo titolo non è poi così male. A mio giudizio personale trovo Toby un titolo buono per essere giocato anche, se non soprattuto, su piattaforme mobile. Tablet e smartphone posso essere il frame giusto per dare qualcosa in più ad un lavoro purtroppo fortemente imprigionato da suo più blasonato predecessore. Sono tuttavia sicuro che gli amanti del genere si divertiranno ad aiutare Toby a ristabilire la pace nel suo mondo di ombre e luci colorate.

Pro

  • Cromaticamente molto bello
  • Musiche originali
  • Controlli semplici

Contro

  • Poca originalità
  • Trama debole
7.8

Discreto

Svezzato a NES, cresciuto a PlayStation e Xbox e sfamato a PC gaming. Ha accolto con entusiasmo il progetto videogiocare.it. Purtroppo spesso non è d’accordo con il pensiero generale riguardo i giochi, ma qualcuno deve pur cantare fuori dal coro. Il suo motto è: “Bisogna prestare poca fede a quelli che parlano molto”. Oh, non lo ha detto lui, ma Catone.

Lost Password