Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands, disponibile la Special Operation 4 su PS4, Xbox One e PC

Ubisoft svela tutti i contenuti

Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands, disponibile la Special Operation 4 su PS4, Xbox One e PC

NOTIZIE VIDEOGIOCHIUbisoft ha svelato i contenuti della Special Operation 4 per Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands, il nuovo e importante aggiornamento gratuito per il secondo anno di contenuti post-lancio del gioco.

La Special Operation 4 è disponibile da oggi, 27 febbraio, per PlayStation 4, Windows PC e la famiglia di dispositivi Xbox One, tra cui Xbox One X.

L’aggiornamento includerà la nuova modalità PvE Guerrilla, la nuova classe PvP Guastatore e molte altre funzionalità richieste dalla community.

La modalità Guerrilla amplia l’esperienza PvE del gioco con una sfida davvero unica, in grado di mettere alla prova la resistenza, le abilità e le tattiche dei giocatori. Da soli o con un team di massimo quattro Ghost, i giocatori dovranno difendere alcune posizioni chiave da ondate di membri del Cartello e della Unidad sempre più letali. Per ogni ondata completata, avranno la possibilità di acquistare e potenziare armi, abilità e accessori, grazie alle risorse ottenute dai nemici eliminati. Ogni scelta sarà determinante e la strategia sarà essenziale per superare questa sfida davvero impegnativa.

Oltre alla modalità Guerrilla, la Special Operation 4 introduce una vasta gamma di nuovi contenuti focalizzati sul PvP di Ghost War, tra cui:

  • Una nuova classe PvP: il Guastatore è una nuova opzione per la classe Supporto in grado di impiegare un drone specializzato che può lanciare mine “a concussione”. Queste mine riducono la resistenza dei giocatori, eliminandoli o rallentandone la corsa.
  • Due nuove mappe PvP.
  • Due nuovi eventi PvP:
    • Arms Race: i giocatori entrano in azione armati solo di pistola e sono costretti a esplorare la mappa alla ricerca di armi migliori.
    • Danger Zone: i giocatori vengono periodicamente bombardati con esplosioni ultrasoniche, che li costringono a muoversi in continuazione.
Svezzato a NES, cresciuto a PlayStation e Xbox e sfamato a PC gaming. Ha accolto con entusiasmo il progetto videogiocare.it. Purtroppo spesso non è d’accordo con il pensiero generale riguardo i giochi, ma qualcuno deve pur cantare fuori dal coro. Il suo motto è: “Bisogna prestare poca fede a quelli che parlano molto”. Oh, non lo ha detto lui, ma Catone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono indicati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Lost Password