Un Nintendo Direct davvero deludente: tanti giochi assenti, pochi annunci e spesso lontani

Un Nintendo Direct davvero deludente: tanti giochi assenti, pochi annunci e spesso lontani

Quello che si è appena chiuso è stato probabilmente per molti (per me sicuramente) un Nintendo Direct davvero deludente.

Ci sono stati, è vero, alcuni annunci interessanti, ma oltre al fatto che parliamo di giochi in arrivo il prossimo anno (ed essendo a febbraio parliamo di una distanza davvero considerevole) sono state soprattutto le assenze a pesare maggiormente.

La più pesante di tutte non è, come ha detto qualcuno, una Collection di The Legend of Zelda (del resto era solo un rumor, non si può certo imputare a Nintendo una mancanza in tal senso), quanto sicuramente quella di Breath of The Wild 2. Il gioco è stato annunciato addirittura a giugno 2019 (ben 20 mesi fa!) ed è impensabile che da allora non sia stata più data nessuna informazione.

Ha quindi stupito (e irritato) un po’ tutti il fatto che Eiji Aonuma ieri sera sia apparso semplicemente per dire “Salve, vi aspettate qualche informazione su Breath of The Wild 2? E invece no, vi diremo qualcosa di nuovo solo nel corso dell’anno!“. Il che fa peraltro presupporre che per poter mettere le mani sul gioco probabilmente dovremo aspettare il 2022.

Inoltre è sembrato a molti una magra consolazione il fatto che subito dopo sia stato annunciato The Legend of Zelda: Skyward Sword HD. E questo non per l’ennesimo gioco vecchio riadattato su Switch, ma perché ha dato l’impressione che fosse quasi un contentino per gli utenti, peraltro senza compiere il minimo sforzo, visto che il gioco sembra un riadattamento in HD piuttosto semplice di un gioco ormai molto datato per Wii, quando avrebbe meritato sicuramente almeno un remake.





Che poi voglio essere sincero fino in fondo: io amo la serie di The Legend of Zelda, e sicuramente acquisterò anche questa remaster, però è innegabile che ci si aspettasse qualcosa di più. Molto di più.

Nel mare di titoli minori o multipiattaforma annunciati, però, ci sono anche alcuni titoli che mi hanno decisamente incuriosito. Il primo, da buon fan dei GDR a turni , è Project TRIANGLE STRATEGY, un titolo che ricorda moltissimo l’ottimo Octopath Traveler e, soprattutto, l’indimenticabile Final Fantasy Tactics.

Subito però arriva la doccia fredda: il gioco (il cui titolo è provvisorio) arriverà solamente nel 2022.

L’altro, nemmeno a dirlo, è Splatoon 3. I primi due capitoli mi sono piaciuti moltissimo, senza contare che l’annuncio del terzo capitolo era assolutamente inatteso per questo Nintendo Direct, per cui è stata una bellissima sorpresa.

Ma, anche in questo caso, subito arriva nuovamente la doccia fredda: uscita fissata di nuovo in una data imprecisata del 2022.





Ora, nessuno vuole negare che sicuramente, con la pandemia da Covid-19, i tempi di sviluppo si siano decisamente allungati, però è pur vero che in molti casi si poteva fare di più, molto di più, mentre l’impressione è che Nintendo stia cercando di ottenere i massimi risultati con il minimo sforzo, complice un numero di console vendute che continua ad essere impressionante, annunciando continuamente titoli solo abbozzati per tenere alta l’attenzione dei giocatori.

Unica eccezione:  Mario Golf Super Rush.

Annunciato ieri sera nel corso del Direct, arriverà il 24 giugno 2020. Molti diranno che non ne possono più di titoli di Mario Golf, Mario Tennis, Mario Sport e compagnia bella, ma volete mettere il gusto di un gioco annunciato e in uscita tra soli 4 mesi? Ormai è una vera rarità, specie per questo neonato 2021.





Chi è esattamente TecnologicMan? Chi si nasconde dietro quegli enormi occhiali da sole a specchio, eredità di un terribile look anni 80 a cui rimane costantemente e nostalgicamente attaccato? Non lo sa quasi nessuno. Quel che è certo che si diverte a guardare l'attuale mondo videoludico con l'occhio critico di chi ne ha viste tante, condividendo opinioni, giudizi e provocazioni nella rubrica "TecnoPensieri".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono indicati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Lost Password