Wild Hearts, l’aggiornamento di aprile 2023 introduce nuovi Kemono e Karakuri

EA Originals e KOEI TECMO hanno rivelato oggi che il primo aggiornamento di contenuti post-lancio di aprile per il gioco di caccia AAA WILD HEARTS sarà disponibile il 6 aprile. Con l’introduzione di una specie di Kemono completamente nuova, il Murakumo, che si muove nell’aria, i giocatori incontreranno questa minaccia simile a una volpe quando ad Azuma inizia la primavera. Il possente Murakumo si muove nell’aria su fiori di ciliegio e ha la capacità di creare una moltitudine di minacciosi attacchi attraverso i petali. Se i giocatori si avvicinano troppo, il fragoroso tornado della bestia vulpina potrebbe far perdere loro i sensi.

Potete vedere il nuovo trailer  nel player Youtube qui di seguito.

I cacciatori possono combattere contro questa bestia con il nuovo Karakuri, la Trottola. Guadagnando velocità e potenza man mano che colpisce ogni ostacolo, la Trottola si avvicina per sferrare un attacco efficace e può persino far barcollare un Kemono che attacca. Questo aggiornamento presenta anche l’aggiunta del nuovo sistema Limit Break, che consente ai cacciatori di utilizzare i Core Orbs – che possono essere ottenuti attraverso la caccia ai Kemono – per migliorare le loro armi e armature attuali.

Per ulteriori dettagli sul primo aggiornamento di aprile, in arrivo il 6 aprile, potete consultare l’ultimo blog di Wild Hearts qui. I giocatori possono anche aspettarsi un altro aggiornamento dei contenuti nel corso del mese, che introdurrà un nuovo Kemono, Deathhaze Gloombeak, insieme alla nuova missione speciale Serial Hunts e altro ancora.

Vi ricordiamo che Wild Hearts è disponibile su PlayStation 5, Xbox Series X|S e PC tramite EA App, Steam ed Epic Game Store.

Giornalista iscritto all'Ordine di Roma. Svezzato a NES, cresciuto a PlayStation e Xbox e sfamato a PC gaming. Ha accolto con entusiasmo il progetto videogiocare.it. Purtroppo spesso non è d’accordo con il pensiero generale riguardo i giochi, ma qualcuno deve pur cantare fuori dal coro. Il suo motto è: “Bisogna prestare poca fede a quelli che parlano molto”. Oh, non lo ha detto lui, ma Catone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono indicati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Lost Password