Happy Hacking Keyboard: PFU Limited presenta tre nuovi modelli con dodici varianti

Happy Hacking Keyboard: PFU Limited presenta tre nuovi modelli con dodici varianti

PFU Limited presenta tre nuovi modelli di Happy Hacking Keyboard (HHKB) con dodici varianti per gli appassionati di tastiere e di switch Topre. La nuova gamma di tastiere introduce due modelli Bluetooth, per fornire agli utenti una maggiore mobilità e connettività con tutti i loro dispositivi.

Caratterizzati da un design ergonomico e resistente, tipico dello stile giapponese, e switch Topre di alta qualità, questi modelli HHKB offrono un nuovo livello di produttività ed efficienza per gli sviluppatori e i professionisti del touch-typing.

Ideate dagli sviluppatori per gli sviluppatori, le tastiere offrono un’esperienza di digitazione fluida e veloce riducendo al minimo l’affaticamento della mano, delle dita e del polso. Dalla sua introduzione, HHKB è stata adottata dai migliori sviluppatori, giornalisti e altri professionisti con oltre 500.000 unità vendute in tutto il mondo, facendo nascere e crescere una community di clienti affezionati.

La filosofia di progettazione di HHKB si basa sul comfort, garantito da numerose scelte di progettazione ergonomica, precisione e velocità di battitura, maggiore mobilità e resistenza. Con il suo formato “Tenkeyless” ultracompatto a 60 tasti e la loro disposizione quasi simmetrica, ogni tasto è a portata di mano ed è dotata di switch DIP che consente agli utenti di cambiare le assegnazioni dei tasti control, meta e delete.

Con i modelli Hybrid e Hybrid Type-S, gli utenti possono personalizzare l’intera disposizione dei tasti attraverso un’applicazione software intuitiva e facile da usare. Le impostazioni della keymap sono scritte sulla tastiera, in modo che possano essere utilizzate su tutti i dispositivi.

Le tastiere sono disponibili in pre-ordine sullo store di PFU EMEA.

Chi è esattamente TecnologicMan? Chi si nasconde dietro quegli enormi occhiali da sole a specchio, eredità di un terribile look anni 80 a cui rimane costantemente e nostalgicamente attaccato? Non lo sa quasi nessuno. Quel che è certo che si diverte a guardare l'attuale mondo videoludico con l'occhio critico di chi ne ha viste tante, condividendo opinioni, giudizi e provocazioni nella rubrica "TecnoPensieri".

2 Commenti

  1. Davvero belle a vedersi… recensione?

    Reply
    • Giriamo la richiesta 🙂

      Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono indicati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Lost Password