Days Gone – PROVATO

Abbiamo giocato alla nuova promettente esclusiva PlayStation 4

Days Gone – PROVATO

Proseguendo la nostra prova di titoli in prossima uscita alla Milan Games Week 2018, subito dopo Kingdom Hearts 3  abbiamo avuto la possibilità di provare Days Gone, la nuova esclusiva PlayStation 4 che uscirà sul mercato il  22 febbraio 2019.

Il titolo ci mette nei panni di un motociclista in un gioco di stampo survival horror, open world e su sfondo post-apocalittico, con situazioni di gioco che ricordano molto quelle viste in The Walking Dead.

Abbiamo avuto la possibilità di provare il gioco su una fiammante PS4 Pro, e siamo pronti a raccontarvi le nostre impressioni sul titolo sviluppato da SIE Bend Studio.

In questo caso la demo era divisa in due parti, e ognuna aveva una durata di circa dieci minuti. La build che ho potuto testare ci è stata presentata come “alpha“, ancora piena di bug e problemi da risolvere soprattutto per quanto riguarda il frame rate instabile che scendeva intorno ai 15-20 fps nelle situazioni più concitate.

Nonostante ciò il gioco è già piuttosto solido e promettente. Il sistema di illuminazione è estremamente convincente, così come l’impatto “fisico” di oggetti e armi sui nemici.

Nel momento in cui si schianta una bella mazza da baseball sulla faccia di un freaker la vibrazione del colpo è chiaramente avvertibile, il che rende il combattimento più realistico. Si riesce inoltre a percepire benissimo quando le armi bianche perdono di efficacia o addirittura si rompono.

Nella prima parte della demo venivamo lasciati da Boozer, che è uno degli alleati che ci accompagnerà nell’avventura, nei pressi di un piccolo centro abitato formato da poche costruzioni: una stazione di benzina, un paio di case e l’officina di meccanico. All’interno di quest’ultima avevamo il compito di ritrovare un pezzo di ricambio per una motocicletta, quindi di rincontrarci con Boozer e scappare.

Avendo con noi pochissimi colpi ci siamo dovuti avventurare tra i bassi edifici stando innanzitutto attenti a non venir aggrediti da un numero troppo alto di avversari, cercando di eseguire qualche uccisione furtiva e premurandoci di non fare troppo rumore con le armi da fuoco.

Gli ambienti sono ricchi di elementi con cui interagire, loot da raccogliere ma pochissime munizioni, e quindi bisognava usarle con parsimonia. La demo era anche piena di possibili strade secondarie per superare le varie missioni.

Nella seconda breve demo le cose si sono fatte decisamente più movimentate, siamo passati da una fase stealth ad una fase di distruzione, e le cose si sono rese fatte decisamente difficili. Ci siamo ritrovati infatti a pochi metri da un gruppo di centinaia di zombie, che ovviamente andavano eliminati con diverse munizioni reperibili nei dintorni, e con la motocicletta a disposizione per muoverci velocemente.

Raccolti sufficienti approvvigionamenti abbiamo lanciato un paio di granate in quel gruppo di zombie e improvvisamente ce li siamo trovati alle calcagna.

L’esperienza di avere a che fare con un numero così elevato di nemici si è rivelata particolarmente impegnativa , anche sfruttando alcuni elementi dello scenario, come barili e cisterne esplosive, non si è rivelato facile avere la meglio.

Nemmeno in sella alla moto siamo riusciti a levarci di dosso questo gruppo gigantesco di zombie. Purtroppo questa seconda parte della demo era affetta da grossi bug  e soprattutto da gravissimi cali di frame rate che lo rendevano a tratti ingiocabile.

Conclusioni

Days Gone si conferma come una delle esclusive più promettenti in casa Sony. Il gioco si è rivelato solido e divertente, ed ha tutte le carte in regola per rivelarsi l’ennesimo colpo riuscito su Playstation 4. Ottima inoltre l’alternanza di fasi stealth e quelle di combattimento contro centinaia di nemici, che si sono rivelate peraltro quelle più impegnative. Peccato solo che la versione che abbiamo potuto provare fosse una build “alpha”, e quindi piena zeppa di bug tanto da risultare ingiocabile in alcuni frangenti. Le premesse per una grande esclusiva, in ogni caso, ci sono tutte: incrociamo le dita.

Videogamer fin dalla tenera età di 4 anni. Fan sfegatato della PlayStation e della DC Comics, ama ogni genere videoludico, ma predilige i GDR e gli action game. Tra le sue serie videoludiche preferite ci sono Assassin's creed, The Witcher, Grand Theft Auto, Batman (Arkham Series), Fifa, Call of Duty, Battlefield, Kingdom Hearts, Spyro e Crash Bandicoot.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi richiesti sono segnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Lost Password