Marvel’s Avengers: ecco la nostre impressioni alla Milan Games Week 2019

Un titolo promettente ma su cui serve ancora lavorare

Marvel’s  Avengers: ecco la nostre impressioni alla Milan Games Week 2019

Proseguendo con la prova dei titoli in uscita di questa Milan Games Week 2019, subito dopo Final Fantasy VII Remake e Iron Man VR, sono voluto rimanere nel’universo Marvel ed ho avuto la possibilità di giocare a Marvel’s Avengers.

Marvel’s Avengers (in precedenza The Avengers Project) è un videogioco action-adventure sviluppato dalla Crystal Dynamics e Eidos Montréal, pubblicato da Square Enix. e si basa sul gruppo di supereroi della Marvel Comics, i Vendicatori.

Il gioco, lo ricordiamo, sarà disponibile per PS4, Google Stadia, Windows PC e Xbox One il 15 maggio 2020.

Cinque eroi al prezzo di uno

Partiamo dal fatto che la demo è esattamente la stessa vista alla Gamescom 2019. La storia prende il via dell’A-Day, il giorno in cui gli Avengers hanno subito la loro più violenta sconfitta. Mentre al quartier generale di San Francisco è in corso una celebrazione dedicata ai supereroi, le forze militari del Mercenario Taskmaster iniziano a causare scompiglio tra la popolazione, mettendo in serio pericolo la vita di molte persone.

I Vendicatori non perdono tempo e intervengono immediatamente per sventare la minaccia. Nel corso della demo si ha l’occasione di controllare tutti e cinque gli Avengers (Thor,Iron Man, Hulk, Capitan America e Vedova Nera). La missione di salvataggio è un lungo livello lineare che si divide in varie sezioni, alcune caratterizzate da un gameplay più libero, e altre da scenari semi-automatici.

Si comincia utilizzando per primo Thor, il Dio del Tuono, che con il martello Mjolnir oltre a poter eseguire attacchi base o pesanti, può lanciarlo per poi richiamarlo a sé. Tale abilità gli consente di eseguire devastanti attacchi a distanza, molto utili per colpire nemici più in alto di noi.

Si passa poi ad Iron Man, che combatte discretamente nel corpo a corpo ma è specializzato soprattutto negli attacchi a distanza in volo: mirare e sparare ai nemici in movimento ma non mi è stato tanto semplice.

Arriva poi il momento di Hulk, che da controllare si è rivelato davvero divertente e in grado di regalare grandi soddisfazioni. L’eroe verde può persino afferrare o nemici ed usarli come armi, o ricorrere ai più tradizionali massi. In più Hulk può saltare e scivolare su pareti e superfici, il che lo rende virtualmente inarrestabile.

Si chiude con Capitan America, a mio avviso forse il più divertente da utilizzare. Infatti, pad alla mano, il buon Steve Rogers è capace di compiere rapidissime schivate e attaccare un largo gruppo di nemici lanciando il suo fidato scudo che, come sempre, torna magicamente nelle sue mani.

Come ultimo Avengers abbiamo preso poi il controllo Vedova Nera, alias Natasha Romanoff: rapida, letale ed elegante, decisamente perfetta per il combattimento ravvicinato.

Abbiamo chiuso in bellezza la demo con lo scontro più duro di tutti, ovvero la boss fight contro Taskmaster: il dinamismo della battaglia finale mi ha davvero soddisfatto, sia per la gestione dei contrattacchi e delle schivate, sia per l’aver dato vita a uno scontro che ha saputo variare nel corso della battaglia, senza risultare mai ripetitiva.

Conclusioni

Ad essere sincero i modelli poligonali dei personaggi di Marvel’s Avengers non mi hanno convinto molto, ma poi, pad alla mano,  le sensazioni diventano positive: globalmente, infatti, il gioco diverte davvero tanto. La demo in pratica ci permette di giocare al tutorial iniziale del gioco, e di provare tutti i Vendicatori. Ognuno dei essi ha animazioni e abilità uniche molto spettacolari, e non è un caso se Crystal Dynamics lo definisce un combat system cinematografico. Il gioco  girava su PS4 Pro, ma nonostante questo era affetta da gravi cali di frame rate. Del resto parliamo ancora di un gioco in fase di sviluppo e ricchissimo di esplosioni, ed è probabile che questi problemi verranno corretti nella versione finale. La demo durava circa 15 minuti, e come sempre succede alle fiere il livello di sfida è eccessivamente sbilanciato verso il basso, probabilmente per accelerare al massimo i cambi durante le lunghe code della Milan Games Week. Non ci rimane che attendere con ansia il gioco completo, visto che Marvel’s Avengers promette di essere un titolo divertente ed adrenalinico, ma ancora con tanti problemi da sistemare.

Videogamer fin dalla tenera età di 4 anni. Fan sfegatato della PlayStation e della DC Comics, ama ogni genere videoludico, ma predilige i GDR e gli action game. Tra le sue serie videoludiche preferite ci sono Assassin's creed, The Witcher, Grand Theft Auto, Batman (Arkham Series), Fifa, Call of Duty, Battlefield, Kingdom Hearts, Spyro e Crash Bandicoot.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi richiesti sono segnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Lost Password