Sand Land, un trailer svela la data di uscita dell’action RPG basato sull’opera di Akira Toriyama

USCITE VIDEOGIOCHI – Il deserto di Sand Land, un mondo in cui umani e demoni vivono in conflitto per l’acqua, è pronto ad accogliere i giocatori il prossimo 26 aprile 2024. Il gioco, basato sull’opera originale di Akira Toriyama, sarà disponibile su PlayStation 5, PlayStation 4, Xbox Series X|S e PC.

Nel nuovo trailer, appena pubblicato, è possibile dare un primo sguardo al vasto mondo di Sand Land, alle sue creature e ai suoi abitanti. I protagonisti della storia sono Belzebubù, il principe dei demoni, Thief, il suo accompagnatore, e Rao, lo sceriffo della città di Sand Land. Insieme, questa improbabile squadra di umani e demoni intraprenderà un’epica avventura alla ricerca della fonte leggendaria, in grado di porre fine alla terribile siccità che affligge il mondo.




Il gioco è un action RPG in terza persona che offre un’ampia libertà di esplorazione. I giocatori potranno viaggiare attraverso il deserto a bordo di vari veicoli personalizzabili, affrontando nemici e boss impegnativi. Lungo il percorso, sarà possibile scoprire segreti e tesori nascosti, che arricchiranno la storia e l’esperienza di gioco.

Oltre alla versione standard, Sand Land è disponibile anche in due edizioni speciali:

  • Deluxe Edition (disponibile solo in digitale): include il gioco base, il pacchetto Speed Demon, il set di arredo per la stanza Army Base, il set di arredo per la stanza Hideout e il set di adesivi di Belzebubù.
  • Collector’s Edition: include il gioco base, il pacchetto Speed Demon, il set di arredo per la stanza Army Base, il set di arredo per la stanza Hideout, il set di adesivi di Belzebubù, una statuetta personalizzabile di Belzebubù, un set di cartoline e una steelbook.
Giornalista iscritto all'Ordine di Roma. Webmaster secoli fa di AniGames.it e PlayNow.it, ora fondatore di Videogiocare.it. Appassionato di tecnologia in generale e videogiochi in particolare, inizia il suo cammino con una introvabile Irradio TVG 888, per poi innamorarsi completamente del Commodore 64. Il resto è storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono indicati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Lost Password