PES 2016 – Recensione

PC PS4 XBOX ONE

STO LONTANO DALLO STRESS…

Pro Evolution Soccer, meglio noto come PES, è uno dei più famosi titoli calcistici, giunto ormai alla sua 15esima edizione. Il gioco targato Konami vuole insidiare il suo antagonista della EA, Fifa, come miglior gioco di calcio del 2015-2016. In questa edizione del gioco i movimenti dei giocatori sono stati resi più veloci e dinamici rispetto al passato ed è stato aumentato il dettaglio grafico dei volti e degli stadi. Oltre a questo, la severità degli arbitri è stata depotenziata (ma sarà un bene?) ed è stata implementata la possibilità di scegliere l’esultanza dopo un gol tramite la pressione di un tasto. Accompagnati dalle voci di Fabio Caressa e Luca Marchegiani, possiamo indossare calzettoni, divise e scarpini e scendere in campo per vedere davvero chi è il più forte.

pes-2016(4)

GIUDIZIO

Sono ben 20 anni che la Konami regala ai videogiocatori nuove edizioni di PES, un titolo che, volenti o nolenti, ha fatto la storia del panorama calcistico-videoludico. Recensire questa ultima versione è affare assai scomodo proprio perchè si ha a che fare con un gioco che vanta milioni di fedelissimi che si staranno domandando:quanto è ben fatto questo nuovo Pes? La risposta è: non quanto ci si aspettava. Prima di iniziare a sviscerare il gioco, credo sia però necessaria una premessa fondamentale: un gioco di calcio davvero ben fatto deve cercare di somigliare il più possibile a quello reale. E sotto questo aspetto il titolo Konami fallisce in diversi punti. I ritmi sono volutamente più alti del normale, le partite sono frenetiche e ricche di azioni e gol, il che avvicina a un gioco molto più arcade e meno simulativo. Se questo vi piace, allora sono certo che questo è il gioco che farà per voi. Altrimenti è probabile che resterete un po’ delusi.

pes-2016(6)

Tecnicamente parlando il prodotto è di alto profilo, con calciatori che si muovono con fluidità sul campo, animati in maniera impeccabile e ultra-realistica, regalando una piacevolissima sensazione visiva al giocatore. Molto buoni anche gli effetti sonori, con le urla dello stadio e il tifo infuocato a segnare i momenti topici degli incontri. Le partite, come detto in precedenza, seguono un ritmo abbastanza frenetico, con la possibilità a volte di arrivare con troppa facilità in porta, specie se serviti da passaggi filtranti. Peccato, perchè invece le giocate a disposizione sono tante, e costruire l’azione con sponde e fraseggi corali è decisamente più esaltante e divertente. Note negative invece arrivano dai portieri, che spesso appaiono troppo incerti, e dall’arbitraggio, eccessivamente all’inglese. Troppi interventi ruvidi vengono lasciati correre a discapito del realismo, e a tutto vantaggio della velocità di gioco. Da rivedere poi il sistema del calciomercato, che può essere decisamente migliorato e reso più malleabile: i puristi non lo troveranno di loro pieno gradimento.

pes-2016(5)

Tirando le somme, questo nuovo PES ha deluso un po’ le aspettative sotto diversi aspetti, tutti assolutamente migliorabili, che ci fanno pensare di avere per le mani un gioco lontano dalla perfezione. Il gameplay poi è discutibile, con partite spettacolari e ricche di gol, anche se sotto questo aspetto è difficile giudicare, dato che per molti il ritmo elevato è sinonimo di maggior divertimento. Meglio alzare le mani e lasciar decidere al gusto personale. PES 2016 resta un titolo di buonissimo livello che farà divertire una fetta di pubblico molto ampia, ma che stenta ancora a raggiungere le vette attese. 

Pro

  • Varietà enorme di giocate
  • Giocatori e stadi perfettamente definiti e animati
  • Ottima risposta ai comandi

Contro

  • I ritmi di gioco alti potrebbero scontentare i puristi
  • Arbitraggi troppo all'inglese
  • Calciomercato troppo rigido e limitato
8

Bello

Gli spetta per acclamazione (si fa per dire...) l'ingrato compito di dirigere Videogiocare.it. Cresciuto a pane e Commodore 64, riscopre la passione per i videogames proprio quando pensava fosse finito il tempo di giocare. Il suo motto preferito è: "Non prendere la vita troppo sul serio, tanto non ne uscirai vivo!"

Lost Password