Resident Evil: Revelations 2 – Recensione

PC PS4 PSVITA XBOX ONE

BENVENUTI SULL’ISOLA DEGLI ORRORI

Resident Evil: Revelations 2, conosciuto anche come Biohazard: Revelations 2 in Giappone, è un survival horror, decimo capitolo della serie Resident Evil, che ha per protagonisti Claire Redfield (sorella di Chris Redfield) e Barry Burton, a cui sono stati affiancati due nuovi personaggi, Natalia e Moira. La trama del gioco è divisa in 4 episodi, una vera novità, e si caratterizza per un doppio finale, per così dire “buono” o “cattivo”, a seconda delle scelte che prenderemo. Tutto ha inizio quando la rediviva Claire Redfield e la sua collega Moira Burton, operative all’interno dell’organizzazione contro il bioterrorismo Terra Save, vengono rapiti a un party da alcuni uomini armati che le portano via e imprigionano all’interno di una colonia penale su un’isola remota. Da qui l’incedere degli eventi, suddivisi in capitoli. La natura episodica del titolo non si comprende fino in fondo, soprattutto considerando che i finali autoconclusivi  non hanno quel mordente che spinge il giocatore ad attendere con particolare ansia il passo successivo. Forse è la saga a tirare un po’ il fiato, o forse è lo scarso appeal dei protagonisti a non averci coninvolto particolarmente nella trama, il fatto è che il coinvolgimento non è quello che ci si aspetta da un Resident Evil. Ma andiamo con ordine…

resident-evil-revelations-2 (3)

GIUDIZIO

Se è vero che “squadra che vince non si cambia”, l’idea di inserire nella trama del gioco un personaggio poco interessante, poco utile, e a tratti sgradevole come Moira toglie qualcosa alla narrazione che spesso finisce per annoiare, specie negli ultimi due capitoli, quando la storia perde colpi e risulta meno affascinante. Il grande difetto di questo Resident Evil Revelations 2 è quello di alternare troppo momenti avvincenti ad altri decisamente più monotoni. Gran parte dell’azione è affidata agli scontri a fuoco, che si alternano a fasi di ricerca degli oggetti e conseguente superamento enigmi, facilmente risolvibili e di certo non memorabili. Sotto l’aspetto tecnico poi non ci troviamo di certo davanti ad un gioco eccelso, e si poteva sfruttare meglio la potenza delle nuove console.

resident-evil-revelations-2 (2)

I punti a favore del gioco ci sono, specie in quelle parti in cui la tensione si alza e le meccaniche di gioco appaiono più varie e miscelate con maggiore cura, o quando i protagonisti riescono a cooperare davvero nel corso dell’azione, utilizzando ognuno le proprie abilità. Il gameplay è solido e garantisce dosi di tensione che sfocia ben presto in azione pura. Peccato però per questa accentuata ripetitività nelle meccaniche di gioco, su cui si poteva lavorare meglio. Nel complesso questo Resident Evil appare un titolo discreto ma nulla di più, che può regalare qualche ora di sano divertimento, ma che non rappresenta il top nel suo genere.

resident-evil-revelations-2 (1)

VERSIONE PSVITA

Una menzione a parte merita la conversione per PSVita, la macchina portatile di casa Sony. Il titolo, uscito con diversi mesi di ritardo rispetto alle console casalinghe, mostra il fianco a un gran numero difetti, specie dal punto di vista grafico. Il lavoro di conversione appare sciatto, e i frequenti e lunghi caricamenti non fanno che peggiorare le cose. Se Resident Evil: Revelations 2 non si presenta come un gioco memorabile nella versione per PS4, decisamente peggio va per la console portatile Sony. Il voto va abbassato di un paio di punti: 5.5.

Pro

  • Gameplay solido
  • Tensione e azione ben miscelata

Contro

  • Tecnicamente migliorabile
  • Discontinuo
  • Trama non indimenticabile
7.2

Discreto

Gli spetta per acclamazione (si fa per dire...) l'ingrato compito di dirigere Videogiocare.it. Cresciuto a pane e Commodore 64, riscopre la passione per i videogames proprio quando pensava fosse finito il tempo di giocare. Il suo motto preferito è: "Non prendere la vita troppo sul serio, tanto non ne uscirai vivo!"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi richiesti sono segnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Lost Password